Gricignano

“Adotta un cane”, contributo di 100 euro e due visite gratuite

 GRICIGNANO. Un triste fenomeno quello del randagismo contro cui l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Andrea Moretti scende in campo, favorendo l’adozione degli amici a quattro zampe ospitati nel canile convenzionato con il Comune di Gricignano.

A tal proposito, sotto il coordinamento della comandante della polizia municipale, Anna Bellofiore, è stata avviata una campagna di sensibilizzazione che prevede la concessione di incentivi a favore di chi apre le porte della propria famiglia ad un cane randagio. Si tratta di un contributo di 100 euro, una tantum, come premio a chi, con l’adozione di un randagio, fino a prima abbandonato al suo destino, dimostra un elevato senso civico, favorendo, allo stesso tempo, un risparmio economico per le casse dell’Ente.

Al momento, nel canile “Fido e Felix” convenzionato con il Comune, sono ospitati 33 cani ed il loro soggiorno giornaliero, infatti, costa al Comune tre euro al giorno, ossia 1095 all’anno per animale, per una spesa complessiva che ogni anno si aggira intorno ai 35mila euro. Sul sito web dell’Ente (www.comunedigricignano-ce.it) è stata creata un’apposita sezione dove è possibile trovare ogni informazione sui requisiti per l’adozione, la modulistica e anche le foto degli animali ospiti del canile.

I “fido” saranno ceduti già vaccinati, con il loro libretto e muniti di microchip. Gli affidatari, oltre a ricevere il contributo di 100 euro, avranno anche diritto ad effettuare, gratuitamente, per il primo anno di adozione, due visite di controllo all’ufficio veterinario dell’Asl. Da parte loro, i proprietari dovranno dare garanzia di adeguato trattamento dell’animale nella propria abitazione, in un ambiente idoneo ad ospitarlo, in relazione alla taglia, alle esigenze della razza, e assicurando le previste vaccinazioni e cure veterinarie. Gli uffici comunali, anche senza preavviso, potranno chiedere di visionare il cane per accertarne le condizioni. In caso di maltrattamenti, cessione non autorizzata, abbandono o smarrimento dell’animale si provvederà alla denuncia degli affidatari e alla richiesta di restituzione del contributo erogato.

L’invito rivolto alla cittadina è questo: “Non comprate un cane. Un amico non si compra, si adotta! Non costa nulla ma vale molto!”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico