Cesa

Uso spazi pubblici: il Pd scrive alle associazioni

Enzo GuidaCESA. Nei giorni scorsi il circolo Pd di Cesa ha inviato una lettera a tutte le associazioni ed i circoli culturali, sociali e sportivi esistenti sul territorio per segnalare la necessità di proporre delle modifiche al regolamento per l’uso temporanei dei beni del comune.

Su questo argomento il Pd, guidato dal segretario Enzo Guida, si è detto pronto a presentare le opportune modifiche, invitando le associazioni a formulare delle proposte in tal senso. Guida, anche nella sua qualità di consigliere comunale di minoranza, nella missiva indirizzata alle associazioni ha spiegato che la giunta comunale ha approvato, con delibera numero 133 del 20 novembre scorso, il regolamento per l’uso temporaneo ed occasionale delle strutture e dei locali di proprietà del comune.

“Questo regolamento – si legge nella lettera – rappresenta una apprezzabile decisione per disciplinare l’utilizzo dei beni pubblici da parte delle associazioni culturali e sportive che organizzano iniziative”.

“Quel che non abbiamo condiviso, però, è la previsione di porre a carico di chi utilizza questi spazi il pagamento di una tariffa pari ad 80 euro per ogni giorno di utilizzo occasionale o per un utilizzo continuativo fino a 3 giorni. È stato previsto un vero e proprio tariffario per l’uso di questi beni, in relazione anche alla durata dell’utilizzo. Inoltre, nell’ipotesi di allaccio della rete elettrica comunale, si dovrà corrispondere il pagamento di un importo forfettario giornaliero di 50 euro”.

“L’uso gratuito è previsto solamente su concessione dell’amministrazione comunale mentre nella ipotesi di manifestazioni che godono del patrocinio morale del Comune è prevista una tariffa ridotta del 50%”. “Intenzione del Pd di Cesa – annuncia Guida – è di chiedere la modifica di queste norme che corrono il rischio di penalizzare quelle associazioni locali che basano la loro opera sul volontariato dei propri soci”.

Guida invita le associazioni ad approfondire l’argomento, facendo conoscere l’opinione in merito, formulando eventualmente proposte di modifica.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico