Casagiove - Casapulla - Curti - San Prisco

Casapulla, l’amministrazione vuole uscire dall’Unione “Appia”

Domenico Carrillo CASAPULLA. L’amministrazione comunale di Casapulla, anche in occasione dell’ultimo Consiglio che si è tenuto la settimana scorsa, ha manifestato l’intenzione di uscire dall’Unione dei Comuni denominata ‘Appia’.

L’ultimo punto all’ordine del giorno, non a caso, prevedeva la discussione sulla recessione dall’organo sovracomunale.

L’argomento è stato rinviato. Il vicesindaco Domenico Carrillo (nella foto) ha spiegato i motivi di questa decisione: «L’altra sera, durante il pre-consiglio, abbiamo ricevuto un fax da parte del sindaco di RecalePatrizia Vestini, la quale annunciava la sua rinuncia a ricoprire il ruolo di presidente dell’Unione, visto che il suo Comune a breve uscirà dall’organo. Inoltre, il primo cittadino di Recale chiedeva all’attuale presidenteDomenico Ventrigliala convocazione di un’assemblea straordinaria, durante la quale discutere il definitivo scioglimento dell’Unione dei Comuni. Abbiamo deciso di aspettare l’esito di questo vertice. Se effettivamente, l’organo sovracomunale cesserà di esistere andremo a risparmiare la quota annuale; in caso di recesso di tipo unilaterale, saremo costretti a pagare l’intera quota. Per questo abbiamo deciso di rinviare il punto all’ordine del giorno, in attesa dell’incontro che sarà convocato dal presidente Domenico Ventriglia, sindaco di Curti».

Dunque, tra non molto, questo argomento tornerà in consiglio comunale. Se la proposta di scioglimento del sindaco di Recale non sarà presa in considerazione dagli altri membri dell’Unione, l’amministrazione di Casapulla ha già annunciato che uscirà definitivamente dall’organo sovracomunale già a partire dai prossimi mesi.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico