Aversa

Via Seggio, Gd: “La maggioranza non ha mosso un dito”

 AVERSA. Via seggio: soluzioni non slogan mediatici. I Giovani Democratici aversani con Antonio Andreozzi tornano sull’insoluta vicenda di via Seggio e chiariscono, ancora una volta, il proprio punto di vista, rimarcando quelle che, a loro dire, sono state le mancanze dell’amministrazione guidata dal sindaco Giuseppe Sagliocco.

“Improvvisamente – affermano i giovani del partito di Bersani – è suonata la sveglia per alcuni membri dell’attuale Consiglio comunale, e non, dopo mesi di silenzio. E’ emblematico come soltanto a fasi alterne ci si ricordi di questo spinoso problema e che anche in prossimità del Natale, in un momento dove per tradizione i consumi aumentano, non si sia effettuato un minimo di riqualificazione della zona del Seggio dove i commercianti da anni sono lasciati al loro destino”.

Andreozzi e compagni rivendicano anche la primogenitura della istituzione della Ztl in via Seggio, ricordando che “soltanto noi Giovani Democratici abbiamo sollevato realmente il problema effettuando una raccolta firme in più punti della città e su un portale online e preparando una mozione per la quale purtroppo potrebbero esserci tempi lunghi di attesa in consiglio comunale. Mozione che ‘casualmente’ affronta in primis proprio il tema della videosorveglianza della zona”.

Nello stesso documento viene anche stigmatizzata la mancata promessa di un tavolo tecnico fatta dal primo cittadino ai residenti e l’altrettanta mancata istituzione di una vera isola pedonale. “E’ importante – affermano in chiusura – che questa situazione non si trasformi in una mera trovata pubblicitaria per uscire sui media dato che a parole tutti vogliono la ztl in via Seggio, ma, nonostante gli strumenti a disposizione, l’attuale maggioranza non ha mosso un dito. Siamo in prossimità del Natale quindi chiediamo di non lasciare cadere nuovamente nel dimenticatoio il problema e che il panettone lo mangino tutti, anzi per una volta sarebbe bello lo mangiassero i cittadini, non sempre i soliti noti”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico