Aversa

Pendolari, Sagliocco riceve rassicurazioni dalla Regione

 AVERSA. “Abbiamo avuto l’assicurazione che giungeranno in tempi brevi le risorse per consentire il ripristino di diversi convogli ferroviari sulla tratta Napoli – Roma via Aversa”.

Il sindaco della città normanna Giuseppe Sagliocco, di ritorno dagli uffici della Regione Campania, dove ha avuto un incontro con il presidente del consiglio regionale Paolo Romano, annunzia che la battaglia intrapresa a fianco del comitato dei pendolari aversani, insieme la senatore locale del Pdl Pasquale Giuliano, ha dato i frutti sperati.

“Ci sono – ha continuato il primo cittadino – buone notizie per i lavoratori che ogni mattina partono dalla nostra città per raggiungere la Capitale. Si concretizzano, infatti, possibili scenari per dare risposte certe ai bisogni grazie all’individuazione di risorse finanziarie che permetteranno di stipulare contratti di servizio tra la Regione Campania e Rete Italia per dare vita a convogli che rispondano alle esigenze dei pendolari dell’Agro Aversano. Quest’ultimo territorio, infatti, rappresenta un bacino di utenza importante del quale non si può non tenere debito conto”.

Su questa scia, nel corso della prossima settimana, lo stesso Sagliocco preannunzia un incontro, al quale prenderanno parte anche il senatore Giuliano e il presidente Romano, con il responsabile di Rfi della Regione Campania ingegnere Capotosti per definire le linee da seguire relativamente ai convogli ferroviari interregionali che, in sostanza, sono quelli più utilizzati dai pendolari aversani e dell’Agro che quotidianamente, devono raggiungere gli uffici o gli altri luoghi di lavoro nella Capitale.

Sempre in settimana, è ancora Sagliocco a preannunziarlo, vi sarà un ulteriore incontro del terzetto a Roma con Marzo Zanichelli, responsabile nazionale di Trenitalia per la programmazione degli Intercity e dei convogli veloci per verificare i miglioramenti da apportare anche in questo segmento di trasporti.

La vicenda ha avuto inizio da diversi mesi con le proteste dei pendolari, i quali, in meno di uno anno, hanno subito la soppressione dei treni principali per raggiungere Roma e Napoli, nonché l’aumento, ritenuto ingiustificato, di biglietti ed abbonamenti. I lavoratori hanno anche costituito un comitato che, nelle mattinate di alcune domeniche, hanno raccolto poco meno di cinquemila firme che hanno consegnato al sindaco che ,insieme al senatore Giuliano, si sono fatti portavoce delle loro istanze.

“Da parte nostra – ha detto il presidente Romano – avevamo assicurato che avremmo attivato tutte le iniziative di nostra competenza affinché Trenitalia adottasse misure concrete per restituire ai pendolari il diritto di un viaggio quantomeno dignitoso per raggiungere il posto di lavoro e lo abbiamo fatto. Siamo vicini al comitato e a quanti, quotidianamente, sono costretti ad una vera e propria odissea per adempiere un loro elementare diritto-dovere: andare a lavorare”.

Sulla vicenda il senatore Giuliano aveva, nei giorni scorsi, presentato sul tema un’interrogazione al ministro delle infrastrutture e dei trasporti chiedendo il ripristino di alcuni treni per garantire alle fasce di pendolari il raggiungimento della capitale entro le 8 della mattina ed il rientro a casa nella prima serata.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico