Aversa

InfoPoint, Galluccio: “I costi citati da Capasso non sono reali”

 AVERSA. “Il collega consigliere comunale di Aversa, Rosario Capasso, in merito ai costi dell’InfoPoint di piazza Mazzini, ha fatto purtroppo disinformazione”.

Lo afferma il consigliere del Pdl, Michele Galluccio, promotore dello sportello informativo finora mai attivato e sul quale Capasso aveva sollevato critiche in merito allo spreco di denaro pubblico poiché i costi di realizzazione e successivo spostamento dell’InfoPoint, come da lui riferito, si aggirerebbero attorno ai 60mila euro.

“Capasso – spiega Galluccio – è scivolato sulla classica buccia di banana. Anzi, su un pezzo di relazione. Infatti, è vero che si deve rendere conto ai cittadini ma prima di rendere conto si devono saper fare i bene i fatti. Il consigliere, infatti, ha parlato di oltre 20mila euro pagati per un trasferimento su un’area verde che non è mai stato effettuato. Capasso ha letto una relazione dell’allora dirigente Ciro Navarra, che però non è mai stata portata a compimento, bloccata proprio dal sottoscritto. E mi spiace che il collega sia caduto in un errore del genere, di grande sufficienza, in quanto una relazione non comporta nessun impegno di spesa che avviene solo attraverso una determina dirigenziale. Lo spostamento avvenuto con l’allora dirigente Di Santo, è costato non più di mille euro”.

Sull’utilizzo dell’InfoPoint, poi, Galluccio sottolinea come la struttura abbia un suo significato importante: “Basta farsi un giro nelle altre città d’Italia per capire l’utilizzo importante che può avere un InfoPoint davanti alle stazioni ferroviarie. Il Comune può sfruttare un flusso di oltre 15mila persone quotidiane che transitano per la stazione di Aversa per dare informazioni sulle proprie iniziative come quella del natale ad Aversa”.

Ed anche per questo martedì, in commissione consiliare, Galluccio porterà la proposta di una collaborazione con le associazioni culturali del territorio e di stage degli studenti degli istituti superiori che hanno percorsi formativi con indirizzi turistici.

“Auspico – conclude Galluccio – che il collega per il futuro possa meglio visionare la documentazione, dedicando inoltre maggior tempo all’approfondimento su temi propositivi e di sviluppo per la città”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico