Aversa

Il mondo della scuola incontra “Italia Lavoro”

 AVERSA. Loa (lavoro occasionale accessorio) ed Amva (apprendistato e mestieri a vocazione artigianale).

Due programmi dove la formazione è concepita e ripensata per accrescere le competenze dei lavoratori e la competitività del sistema produttivo e per questo realizzata nell’ambito dei contratti di lavoro e non più in astratto.

Le misure individuate dal piano prevedono la semplificazione delle procedure burocratiche e l’accelerazione dei meccanismi di attuazione. Il lavoro occasionale di tipo accessorio, una particolare modalità di prestazione lavorativa prevista dalla Legge Biagi, regola le prestazioni di lavoro svolte in modo saltuario e discontinuo, non riconducibili a contratti di lavoro, questa prestazione fa emergere attività di lavoro nero e tutela i lavoratori dal punto di vista previdenziale e assicurativo.

I buoni lavoro costano 10 euro ciascuno: al lavoratore spettano 7,50. euro, il resto spetta all’Inail ed all’Inps, salvo eventuali variazioni rideterminate con decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze in funzione degli incrementi delle aliquote contributive per gli iscritti alla gestione separata Inps. I buoni sono numerati progressivamente e sono disponibili anche da 20 e da 50 euro.

I vantaggi sia per il lavoratore che per il datore di lavoro, dove acquistare i buoni lavoro, come compilare e riscuotere i buoni lavoro, e quali sono i soggetti interessati, sono stati oggetto del workshop dello scorso 28 novembre tenutosi presso l’istituto Ipsar “Drengot” di Aversa (Caserta), dove si è proposta un’occasione di Incontro tra Italia Lavoro ed il mondo della Scuola.

A tal fine erano presenti con indiscussa, impeccabile Professionalità nonché Preparazione: Preziosa Diana, dirigente scolastico Ipsar “Drengot”, Enzo Bove, presidente Giovani Imprenditori Confindustria – Caserta, Gennaro Ciaramella, Presidente Giovani Dottori Commercialisti- Caserta, Michele Galluccio, Consigliere Comunale-Commissione Politiche Giovanili- Aversa, Filomena Nevola, Ugcdl – Unione Giovani Consulenti del Lavoro della Provincia di Caserta, Daniela Costantini, referente Italia Lavoro Spa, Giovanna Campaniello, Docente e referente Incontro Informativo – Ipsar “Drengot” e, l’organizzatrice del workshop, Elena Severino, Giornalista e referente Italia Lavoro S.p.a..

Interessante evidenziare, come i giovani alunni abbiano attivamente partecipato e, mostrato reale interesse alla presentazione del Progetto. Inoltre, già programmati prossimi Incontri sul territorio, visti come momenti di informazione e orientamento; Italia Lavoro, mette a disposizione uno staff di operatori esperti, che illustrano agli studenti le attività e i servizi promossi.

Lo scopo del programma è di supportare le scuole secondarie superiori e le Università a erogare servizi di placement per studenti, diplomati, laureati e dottori di ricerca, con l’intenzione di ridurne i tempi di ingresso nel mercato del lavoro, di aumentarne le possibilità di trovare un’occupazione in linea con gli studi effettuati.

Il consigliere comunale Michele Galluccio, componente della commissione politiche giovanili ,ha commentato positivamente l’iniziativa rilevando che “serve dare una buona informazione ai giovani spiegando come può essere un’opportunitàla tipologia di lavoro occasionale che garantisce sia sotto l’aspetto contributivo che sotto la tutela da infortuni da lavoro. Quindi, da prendere non come un contrattoma come una primo step che può avvicinare al mondo del lavoro i giovani in un momento cosi difficile”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico