Trentola Ducenta

Fli: “No a nuove antenne”

 TRENTOLA DUCENTA. Il nostro territorio è ormai invaso da una serie di antenne che irradiano o captano onde elettromagnetiche.

In sostanza, le antenne convertono il campo elettromagnetico che ricevono in segnale elettrico, oppure viceversa irradiano, sotto forma di campo elettromagnetico il segnale elettrico con il quale vengono alimentate. Il problema dell’elettromagnetismo e dell’inquinamento “invisibile, inodore,” che si subisce dalle radiazioni elettromagnetiche, provoca nella maggior parte dei casi malattie tumorali, colpendo in special modo i bambini. Questa problematica, spesso viene coscientemente dimenticata da tutti! La nostra città, ultimamente è stata oggetto di una nuova installazione!
Tutto sembrava che fosse avvenuto nel silenzio più assoluto. Invece risulta, agli atti,che la società Ericsson ha invece presentato al Comune di Trentola Ducenta in data 17 maggio 2012, prot. n. 5909, istanza di autorizzazione all’installazione di una antenna.
Ancora una volta, l’Amministrazione Comunale si è resa protagonista di scelte scellerate! Infatti,a fronte di una richiesta di autorizzazione di un intervento, così delicato per la tutela dei cittadini e la salvaguardia dell’ambiente, ha ben pensato di non dare risposta nei termini consentiti dalla legge, (90 giorni dalla presentazione dell’istanza) favorendo così implicitamente la relativa installazione, come previsto dall’art. 87 comma 9 del D. Lgs. 259/2003.
Il partito Futuro e Libertà, rappresentato dal coordinatore Michele Apicella, e dal consigliere comunale di opposizione Giuseppe Apicella, si chiede: come mai questa amministrazione che tanto si dichiara attenta ai problemi dell’ambiente e della salute pubblica possa omettere un provvedimento, tale da favorire, con il silenzio – assenso – la presenza di antenne sul nostro territorio? Come al solito, si predica bene e si razzola male.
Al Sindaco di una città, non può sfuggire una tale richiesta! E’ noto che i sintomi principali delle attività elettromagnetiche, soprattutto se esse si sviluppano in centri abitati, favoriscono malattie respiratorie, disturbi cardiaci e forme di tumori molto gravi. Bisogna a tutti i costi arginare per il prossimo futuro, la possibilità di installare nuovi impianti, perché la vita della gente ha un valore assoluto. Noi ci batteremo per questo, e saremo pronti ad organizzare una mobilitazione generale. Anche i consiglieri di opposizione Nicola Picone, Luigi Perfetto e Giuliano Pellegrino, pur non facendo parte del partito Futuro e Libertà condividono questa azione di protesta rendendosi disponibili a qualsiasi iniziativa da intraprendere.
Michele Apicella, coordinatore cittadini Fli

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico