Trentola Ducenta

Area ex Alifana, prosegue la riqualificazione

Michele GriffoTRENTOLA DUCENTA. Il sindaco di Trentola Ducenta, Michele Griffo, continua nell’azione di recupero e miglioramento delle condizioni dell’area dell’ex Alifana.

Un’azione già iniziata in collaborazione con l’Enel, per porre in essere tutti gli interventi necessari a garantire la sicurezza dei cittadini e il decoro urbano della città. Uno di questi interventi previsti era quello della rimozione della Cabina dell’Enel presente all’incrocio tra via Ex Alifana e via Nunziale S.Antonio, che rappresenta un pericolo per quanti transitano lungo le due trafficate arterie. Proseguendo lungo la strada tracciata, quindi, l’Amministrazione ha acquisito alla gestione comunale il tratto stradale ex Alifana compresa la vecchia stazione e nell’ambito dell’organizzazione e miglioramento della stessa ha definito lo spostamento della cabina dell’Enel ed al contempo ha chiuso un accordo con il proprietario del fabbricato che “sporge” su detta strada, determinando una situazione di pericolo per un accesso secondario alla scuola mediaSan Giovanni Bosco, con il quale si stabilisce di eliminare tale sporgenza per porre al sicuro da ogni rischio gli utilizzatori di tale varco ed anche gli alunni e tutti coloro che vi transitano. Inoltre, per cercare di restituire decoro alla zona in questione è stata vietata l’affissione, pratica invalsa nel tempo che finiva per rendere ancora più degradata un’area finora trascurata ed in qualche modo abbandonata.

“Si tratta – ha affermato Griffo – di interventi diretti a salvaguardare, in primis, l’incolumità di chi frequenta la scuola e, più in generale, posti in essere per garantire maggiore sicurezza a chi transita lungo questi importanti assi viari. Inoltre, abbiamo intenzione di restituire decoro alla zona ed il primo passo in tal senso è stato effettuato vietando l’affissione agli enormi pali della superstrada, un’azione che deturpava una zona della città da recuperare. Infine, la vecchia stazione dell’Alifana ospiterà l’associazionismo ed il volontariato cittadino, sarà dato spazio alle due Pro Loco, alle associazioni dei giovani esistenti in città e molto attive sul territorio, quali Folgore, Eureka, I Giovani e tante altre, e sarà la sede delle Guardie ambientali, di recente nomina. Il tutto nell’ottica di favorire l’associazionismo locale, di incentivare l’aggregazione tra i giovani, di stimolare il volontariato e, contemporaneamente, di rivitalizzare la zona”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico