San Marcellino

“Ri-costruiamo il Natale”, nuova iniziativa in parrocchia

 SAN MARCELLINO. Con l’avvicinarsi delNatale, l’associazione “E’ Viva”, presieduta da Stefania Picone, per dare continuità a quanto da alcuni mesi sta cercando di fare sul territorio, ha dato il via all’iniziativa ‘Ri-costruiamo il Natale’.

Attraverso attività ludico-ricreative, di cui hanno beneficiato i bambini e i ragazzi che frequentano l’oratorio della parrocchia di San Marcellino, l’associazione ha cercato di caricare la festività cristiana del Natale di nuovi valori e significati, con la speranza che si sedimentino presto nella cultura sammarcellinese.

Nella giornata di sabato 24 novembre, infatti, i bambini e i ragazzi dell’oratorio hanno trascorso un momento diverso divertendosi a trasformare una montagna di rifiuti, come polistirolo, rotoli di carta igienica, giornali, eccetera, in una serie di addobbi natalizi rigorosamente ecologici e utilizzabili per gli addobbi di questo periodo.

Di fronte a una festività sempre più strumentalizzata dal consumismo, i giovani volontari dell’associazione hanno proposto una ricetta basata sugli ingredienti della fantasia e della creatività, in quanto l’associazione, dalla nascita, è sempre attenta alla salvaguardia dell’ambiente e del territorio.

“Gli oggetti che questi bambini e ragazzi hanno costruito non hanno paragone rispetto a qualsiasi altro addobbo, nuovo e pieno di incarti, ma povero dal punto di vista affettivo – spiega la presidente Picone – se almeno uno di essi in questi giorni appenderà all’albero uno degli addobbi che insieme ad altri suoi pari ha contribuito a costruire potremmo ritenerci pienamente soddisfatti e saremo ancora più spronati a ripetere esperimenti simili in successive occasioni”.

“Consapevole che l’interazione delle diverse realtà presenti sul nostro territorio sia la base per fare qualcosa di propositivo per il paese – conclude Picone – è doveroso un ringraziamento a nome dell’associazione al parroco di San Marcellino don Salvatore Verde, al presidente, agli educatori e alle varie anime dell’Azione Cattolica, che ci hanno dato la possibilità di far conoscere nuovi valori a questi bambini e ragazzi e ci hanno supportato nella realizzazione di quest’esperienza”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico