Orta di Atella

La Destra: “Gli amministratori lontani dagli interessi dei cittadini”

La DestraORTA DI ATELLA. Il circolo de “La Destra” fa il punto sulla gestione della macchina comunale.

Riceviamo e pubblichiamo:

Da parte di questi attuali amministratori sembra sempre più evidente che essi siano lontani dagli interessi dei cittadini e lontanissimi dal risollevare il territorio ortese, ma sempre più vicini a loro stessi. Ben vengano le segnalazioni per la pulizia delle caditoie, ma nessuno, fa interpellanze ai preposti, al fine di capire perché le strade ortesi sono una sorta di gruviera, un percorso ad ostacoli, con gravi problematiche durante la stagione piovosa.
Eppure i soldi ci sono, specialmente con l’Imu per la seconda casa, la quale è stata aumentata, anche se in vari manifesti politici, in conferenze e soprattutto in consiglio comunale, si sbandierava a destra e a manca, che la pressione fiscale ad Orta sarebbe rimasta entro limiti umani, ma ‘verba volant’. Insomma, con tutti questi soldini, pardon euro, rastrellati nelle tasche dei contribuenti locali, invece di dare decreti esterni, a fiumi, ricordando che l’articolo 110 del decreto 267/2000 prevede l’utilizzo del personale esterno, entro il limite del 5% della pianta organica stabile, ma forse i conti ad Orta si fanno in base alla popolazione, perché non li si utilizzano per riqualificare le strade cittadine? Semplice bisogna asfaltare le vie con mutui, prestiti, ed anticipo di cassa , le priorità sono ben altre.
Altra dimostrazione di incapacità amministrativa,e di disinteresse per il cittadino, è la questione dei fitti, dove l’amministrazione non si è accorta di avere dei soldi in cassa, tra l’altro stanziati per anni addietro, bene, è un errore umano di gioventù, ma per i fitti degli anni recenti come siamo messi? Grazie a chi si è interessato a ciò.
Questione urbanistica, a breve verranno discussi i risorsi al Tar per gli annullamenti, ricordate? L’ente comune cosa ha fatto per eliminare le problematiche collegate ai titoli edilizi? Nulla, ha solo redatto un Puc per sanare ben altre problematiche, ma iscrizioni e trascrizioni ipotecarie sul bene, per vincoli, ed eventuali azioni legali a tutela degli ignari acquirenti, nulla,infatti molti immobili sono stati allineati, molte società si sono sciolte, insomma fate ciò che più vi pare.
Dulcis in fondo, si fanno manifestazioni cinematografiche utili a diffondere la cultura locale, ma per il traffico (vedi percorsi alternativi), i parcheggi, (vediamo alla messa di natale che succede,per non parlare dell’ uscita dei bimbi da scuola), l’ambiente, (isola ecologica, l’isola che non c’è), scuole, (polo scolastico o cittadella scolastica, attendiamo ansiosi) mercato settimanale (chissà) bene è meglio fermarsi troppi argomenti nelle prossime puntate ne parleremo dettagliatamente.
Attendiamo risposte politiche, e non ingiurie personali, come solito fare con manifesti subdoli ed equivochi, vogliamo i fatti e non parole, vogliamo riprenderci Orta di Atella dove viviamo, lavoriamo e procreiamo.
Il nostro indirizzo di posta elettronica per le vostre lamentele e suggerimenti è il seguente; ladestraortadiatella@libero.it

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico