Italia

Roma: esondato il Tevere

 ROMA. Continuano i disagi provocati dal maltempo nel centro Italia. In particolare, dalle prime ore del mattine di mercoledì la Protezione Civile tiene sta osservando i livelli del Tevere. Il Tevere è, infatti, in queste ore esondato in due diversi punti alle porte della Capitale.

A Torrita Tiberina, vicino Fiano Romano, l’acqua ha inondato cinque ettari di terreni agricoli, mentre in località Pantano, a Monterotondo, si è allagato un canile. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e la protezione civile. L’innalzamento del fiume sta provocando numerosi disagi anche al traffico su alcune strade.

In particolare, l’Anas comunica che sulla strada statale 4 Salaria è stato provvisoriamente chiuso, in entrambe le direzioni, il tratto compreso tra il km 29.300 e il km 34.100, tra le province di Roma e Rieti. Al momento, tra il km 29.300 e il km 34.100 il transito è consentito solo ai mezzi pesanti, mentre il traffico leggero è deviato in loco. Sempre per gli allagamenti dovuti all’innalzamento del Tevere, sul Grande Raccordo Anulare di Roma, all’altezza del km 18,500, è provvisoriamente chiuso al traffico in carreggiata esterna lo svincolo di Castel Giubileo, solamente in direzione Castel Giubileo.

Inoltre, in carreggiata interna è chiuso il sottopasso per l’inversione di marcia in direzione della carreggiata esterna del GRA e per Labaro/Flaminia. Infine, il traffico proveniente da Castel Giubileo e diretto sul Gra, in entrambe le carreggiate, è deviato in loco all’altezza della rampa di immissione sullo stesso Gra.

In Toscana, è stata riaperta la strada statale 1 Aurelia, in direzione nord, nel tratto compreso tra San Donato e Grosseto Centro. Lo stesso tratto è percorribile anche in direzione sud ma solo dal traffico locale.

Tuttavia, il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ha rassicurato la popolazione dichiarando che: “dai dati della protezione civile l’ondata di piena toccherà il suo apice a 13,14 metri, un livello tale da non creare problemi se non nelle zone di confluenza tra Aniene e Tevere. Stiamo vigilando sugli argini e su tutte le situazioni di emergenza. Attualmente sono impegnati 160 volontari, 50 unità specializzate, 1000 vigili urbani, con 60 idrovore. Siamo convinto che la piena possa passare senza gravi danni per la città. Siamo in allerta e invitiamo tutti i cittadini a prestare attenzione”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico