Esteri

Diffamato dalla Bbc, McAlpine a caccia anche di tweet

 LONDRA. Il caso di Lord McAlpine, il politico individuato erroneamente come presunto pedofilo da un servizio della Bbc, accusata poi rivelatasi falsa, rischia di far esplodere il mondo politico britannicoe l’uso di uno dei social network più usati dai vip, Twitter.

McAlpine, infatti, è pronto a chiedere indennizzi non solo alla Bbc, ma anche ai vip che lo diffamarono su Twitter. L’errore della Bbc è stato commesso nel corso di una trasmissione televisiva d’inchiesta e ha portato già alle dimissioni del direttore generale dell’emittente,George Entwistle.

L’emittente, intanto, pagherà un indennizzo di 185 mila sterline (circa 230 mila euro) a Lord McAlpine. Ma il vero bersaglio di Lord è in questo momento soprattutto Sally Bercow moglie dello Speaker della camera dei comuni, John Bercow, uno degli uomini politici più importanti del Regno Unito e che occupa una carica che per tradizione è sempre stata caratterizzata dall’assoluta neutralità politica.

La Bercow si sarebbe infatti finora rifiutata anche solo di presentare le sue scuse. Il team legale del lord, tesoriere del partito conservatore fino al 1990, ora sta setacciando Internet per identificare gli utenti che per primi hanno messo in circolazione il suo nome in relazione allo scandalo pedofilia.

Chris Hutchings, esperto di media per lo studio legale Hamlins ha dichiarato : “La gente usa Twitter come se si trattasse di una chiacchierata e sparge voci infondate, un po’ come al pub. La gente non comprende ancora i rischi legali”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico