Pomigliano d’Arco - Castello di Cisterna

Fiat Pomigliano, in estate tutti in newco. Operai: “Si rispettino accordi”

 NAPOLI. Per luglio tutti devono entrare nella newco, questi sono gli accordi firmati ed il Lingotto li deve rispettare.

E’ questo quanto chiedono gli operai, così come i sindacati firmatari dell’accordo separato del 2010, alla luce delle ultime comunicazioni di Fiat sul rientro al lavoro per i cassaintegrati del gruppo non ancora assunti in Fabbrica Italia Pomigliano, che sarebbe condizionato “unicamente dalla domanda del mercato dell’auto italiano ed europeo, attualmente molto al di sotto delle previsioni”.

“La Fiat non ci assumerà mai – avevano affermato in mattinata alcuni cassaintegrati – Marchionne ci sta facendo chiaramente capire che lì dentro non c’é più posto per nessuno di noi. Ci ha illusi e fregati tutti”. Dal Lingotto, poi, è arrivata la precisazione, che gli operai hanno letto come una “conferma ulteriore” ai timori di quanti, da oltre due anni e mezzo, versano in cassa integrazione per cessazione attività, e sperano di essere assunti nella newco entro il 14 luglio del 2013, quando la cig scadrà e l’unica prospettiva sarà la mobilità. Dai sindacati, invece, arriva la ‘difesa’ dell’accordo.

“Entro luglio devono rientrare tutti – ha chiosato Felice Mercogliano, segretario generale Fismic Campania – se ciò non dovesse avvenire decideremo iniziative in merito. Se per allora le condizioni di mercato non cambiano, si troverà una soluzione alternativa, si dividerà il lavoro che c’é tra tutti quanti, ma chi è ancora in cig deve essere assunto in Fip così come da accordi sottoscritti”.

VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico