Aversa

Strisce blu, presentato bando di gara: ma la polemica continua

 AVERSA. “Abbiamo appreso ufficialmente della presenza di un bando di gara relativo alle strisce blu già pronto solo questa mattina (ieri, ndr) in commissione consiliare quando ne ha dato notizia il dirigente del settore”.

A parlare, praticamente con le stesse parole, due esponenti di parti politiche opposte: Gino Della Valle e Marco Villano, consiglieri comunali rispettivamente del Pdl e del Pd. Entrambi sottolineano la “gravità politica della vicenda” che vede un bando di gara relativo alla gestione delle strisce blu già presentato alla stazione unica appaltante presso la prefettura di Caserta dal sindaco Giuseppe Sagliocco, da quanto è emerso nella seduta della commissione consiliare svoltasi nella mattinata di ieri ed aggiornata in prosieguo ad oggi. Una proposta di gara per 430mila euro, per un anno di gestione in proprio, con il conferimento delle somme ai 14 addetti al controllo del servizio, tutti ex lavoratori socialmente utili.

Un bando di gara per il quale, però, la stazione unica appaltante ha chiesto l’integrazione della delibera di approvazione della giunta comunale, quale decisione di indirizzo politico. Una delibera che, ad oggi, però, non c’è ancora e che pone in serio imbarazzo gli assessori pidiellini presenti in giunta: la vice di Sagliocco,Nicla Virgilio,Elia BarbatoeRaffaele Massimo Pizzi, considerato che il partito sembra non essere affatto d’accordo sulla gestione in house imposta, almeno per il momento, dal primo cittadino. Tanto che più volte il consigliere comunale del Pdl Michele Galluccio si è detto intenzionato, in caso di decisione ad oltranza del sindaco sulla gestione in house, a presentare una mozione contrariain consiglio comunale, indicando anche una strada alternativa: quella della gestione in proprio da parte del comune per tre-quattro mesi con l’intento di ridisegnare le modalità di gestione del servizio di sosta nel suo complesso.

Alla seduta hanno preso parte il presidente della commissione ambiente Mario Tozzi (Pdl), i componenti: Gino Della Valle (Pdl), Rosario Capasso (Noi Aversani), Luigi Vargas (Udc) e Marco Villano (Pd), oltre all’assessore al ramo Pizzi. “Sono curioso – ha dichiarato Villano – di vedere come si comporteranno gli assessori pidiellini in giunta quando sarà presentata una proposta di delibera che i loro consiglieri comunali sembrano non condividere. Ma quello che più mi lascia perplesso è il modo in cui si andrà avanti in attesa di espletamento della gara per la quale si prevedono almeno sei, sette mesi per giungere all’aggiudicazione”.

Intanto, sempre in tema di strisce blu, continua anche il braccio di ferro tra l’amministrazione comunale e la società che ha gestito il servizio di sosta a pagamento sino allo scorso giugno. Quest’ultima, infatti, ha presentato l’ennesima opposizione all’iter avviato dal dirigente del settore per la richiesta di incameramento della polizza fideiussoria da parte del comune per una serie di presunti crediti dell’amministrazione aversana per poco meno di tre milioni di euro a vario titolo, dai tributi al canone.

Da registrare, infine, una curiosità sull’altro momento di scontro tra il sindaco e le forze che lo sostengono: quello rappresentato dalla nomina dei componenti della commissione comunale per il rilascio delle autorizzazioni antisismiche. Il sindaco ne ha nominati, sempre in solitaria, tre, ma la normativa regionale di riferimento ne prevede quattro.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico