Aversa

Sagliocco delega Santulli alla programmazione complessa

Paolo SantulliAVERSA. Già da qualche settimana il sindaco di Aversa, Giuseppe Sagliocco, era accompagnato dall’ex deputato Paolo Santulli, consigliere comunale della sua maggioranza in incontri con i sindaci dei comuni limitrofi ad Aversa e con il preside della facoltà di Ingegneria, Michele Di Natale.

Per quanto giustificabile la cosa sembrava inusuale, oggi tutto si spiega: Santulli si occuperà della programmazione complessa su specifica delega di Sagliocco. L’ex deputato, già componente della Commissione lavori pubblici e della Commissione Urbanistica, avrà il compito di rilanciare una pianificazione strategica finalizzata in particolare al rilancio dello sviluppo.

Come mai è arrivato questo incarico? “Mi sono confrontato più volte con il Sindaco su certi argomenti ed è nata una condivisione di strategie che sono improcrastinabili. Trattandosi di attività di studio, di progetto, che il primo cittadino non può seguire direttamente ha ritenuto di affidarmi questo incarico. Naturalmente si tratta di un Ministero senza portafoglio…..!”.

Quali sono i primi progetti cui intendete rivolgere la vostra attenzione? In questo senso il Sindaco Sagliocco ha le idee chiare, è già iniziata una sinergia con l’Università e con i Sindaci della “Conurbazione aversana” di prima corona, in sostanza quelli collegati direttamente con Aversa: Lusciano, Parete, Cesa, Carinaro, Gricignano, Teverola, Casaluce, S.Marcellino, Trentola, esattamente quelli che dovrebbero essere interessati ad un mio vecchio progetto relativo al “Raccordo Anulare”, ma di questo vedremo più avanti. Al momento si vuole creare una pianificazione concertata sovra comunale per dare razionalità e continuità alle diverse iniziative.

Ed Aversa? La nostra Città soffre dei problemi di debolezza del sistema territoriale per questo è necessario in via prioritaria concordare le linee strategiche con i comuni della conurbazione, che a loro volta, inevitabilmente, vengono di riflesso coinvolti da certe nostre disfunzioni. E’ una spirale dalla quale non possiamo uscire se non insieme, oltretutto una progettualità sovra comunale trova le risorse ed i finanziamenti in maniera privilegiata, bisogna solo farsi trovare pronti.

Si riuscirà a creare questa necessaria armonia? E’ necessaria, vale la nostra sopravvivenza.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico