Aversa

Ospedale, Danzi annuncia ristrutturazione del Pronto Soccorso

Gaetano DanziAVERSA. La direzione dell’Asl di Caserta punta ad una ristrutturazione integrale del pronto soccorso dell’ospedale “San Giuseppe Moscati” di Aversa.

Ad annunziarlo, in occasione delle spiegazioni dei motivi che hanno portato a spostare lo spogliatoio dei sanitari del pronto soccorso del nosocomio normanno al quarto piano, il direttore sanitario dell’Azienda casertana Gaetano Danzi.

“Il trasferimento dello spogliatoio dei sanitari addetti al pronto soccorso al quarto piano del “Moscati” – ha dichiarato il dirigente – ha natura temporanea e nasce dalla necessità di trovare una sistemazione definitiva al reparto. Appaiono, quindi, meramente strumentali le rimostranze in merito”. Danzi ricorda che il pronto soccorso del “Moscati” di Aversa è senza dubbio il più importante della provincia per numero di prestazioni, per cui “l’Azienda ha deciso di porre un’attenzione particolare allo sviluppo di questo reparto creando un dipartimento integrato delle emergenze”.

Si tratta di una struttura che, come la normativa regionale prevede, deve essere istituita d’intesa con l’azienda ospedaliera “San Sebastiano” di Caserta perché va organizzata su base provinciale e dovrà prevedere una serie di servizi che attualmente non sono presenti presso il “Moscati”. “Per fare tutto questo – ha continuato Danzi – abbiamo già individuato un’area, sempre nel perimetro del nosocomio di Aversa, di circa quattrocento metri quadrati”.

All’interno del Dipartimento integrato delle emergenze dovranno trovare posto: il pronto soccorso ordinario, il reparto di osservazione breve intensiva e l’intero sistema territoriale del 118 compresa la centrale operativa del servizio al momento presente solo presso l’ospedale di Caserta. Questa soluzione, se attuata, potrebbe risolvere in un colpo solo i molteplici problemi del pronto soccorso del “Moscati”, il più attivo della Regione Campania dopo l’analoga struttura del “Cardarelli” di Napoli. Al momento, comunque, si sono già alleviati i problemi di carenza di infermieri.

L’Asl casertana, infatti, ha spostato personale in servizio sui distretti o in esubero presso altre strutture ospedaliere ad Aversa e continuerà su questa strada sino al completamento dell’organico previsto. Saluta favorevolmente questa decisione dei vertici dell’Asl di Caserta il neo dirigente nazionale e segretario provinciale Fials (Federazione Italiana Autonomie Locali e Sanità) Salvatore Stabile che ricorda come “questo servizio di emergenza fosse stato sollecitato a livello regionale ed auspichiamo che parta al più presto”.

Per Stabile, la nascita ad Aversa del Dipartimento integrato delle emergenze, oltre ad offrire un servizio di pronto soccorso più efficiente, porterà ad un decongestionamento dei vari reparti presenti all’interno dell’ospedale Moscati perché non potrà non avere propri posti letto, liberando quelli dei reparti tradizionali. L’esponente sindacale entra anche nella polemica del trasferimento dello spogliatoio dei sanitari del pronto soccorso e lo fa “sparigliando” le carte in tavola.

“Da sempre, – conclude sull’argomento il sindacalista aversano – chiediamo che gli spogliatoi di sanitari e personale parasanitario siano accentrati, ovviamente opportunamente organizzati, in un unico spazio senza tener conto del reparto al quale sono assegnati. Crediamo, infatti, come Fials che questa soluzione sia la più idonea a livello organizzativo”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico