Sparanise - Pignataro Maggiore - Francolise - Calvi Risorta

Beni confiscati, studenti di Pistoia all’Isiss “Galilei”

Franca CincottiSPARANISE. Una delegazione di studenti provenienti da un istituto superiore di Pistoia ed un gruppo di studenti aderenti al progetto Esasmus provenienti da Repubblica Ceca, Turchia, Polonia, Ucraina e Bulgaria hanno visitato l’Isiss “Galileo Galei”.

Accompagnati dall’assessore provinciale alla pubblica istruzione ed alla formazione professionale, Franca Cincotti (nella foto), gli studenti sono stati ricevuti nella nuova sede ubicata sulla strada provinciale per Calvi Risorta ed hanno ricevuto il benvenuto dal sindaco di Sparanise Mariano Sorvillo, dall’assessore alla pubblica istruzione Umberto Ferrone e dal dirigente scolastico Alessandro Cortellessa.

Al centro del progetto di gemellaggio che le scuole italiane ed europee stanno portando c’era la lotta alla criminalità organizzata ed il recupero e riutilizzo dei beni ad essa confiscati. Proprio l’Isiss “Galilei”, una delle istituzioni scolastiche più longeve della provincia di Caserta, ha beneficiato, quando era ancora Istituto Tecnico Commerciale e Turistico, di questa possibilità offerta all’inizio dello scorso decennio grazie al protocollo stipulato tra il Ministero dell’Interno,il Ministero della Pubblica Istruzione, l’Amministrazione provinciale e quella comunale che, coraggiosamente, decisero di far sorgere, caso unico in Italia, su un terreno precedentemente appartenuto alla camorra, la nuova sede dell’Istituto scolastico sparanisano.

Sia gli studenti toscani che quelli europei hanno manifestato notevole interesse per i risultati prodotti dalle azioni messe in essere dalle istituzioni e finalizzate a favorire la nascita del luogo per antonomasia deputato alla formazione ed alla cultura che è la scuola, come arma per sconfiggere la criminalità, partendo proprio dalla formazione di una coscienza sociale che mette la legalità al primo posto in un territorio, come quello della provincia di Caserta, fortemente caratterizzato da fenomeni malavitosi.

L’incontro si è trasformato anche in una buona occasione per le istituzioni locali per far comprendere, sul campo, le problematiche che interessano la nuova struttura che vedrà presto il completamento di una nuova ala. Sorvillo e Ferrone hanno fatto toccare con mano all’assessore Cincotti le criticità del nuovo istituto, collegamenti e trasporti in primis, trovando la disponibilità dell’assessore provinciale.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico