Sant’Arpino

Il Pd celebra il congresso: Romano segretario

 SANT’ARPINO. Il Pd di Sant’Arpino ha celebrato il 26 ottobre il suo congresso ed eletto il nuovo segretario, Nicola Romano.

L’assemblea molto partecipata di iscritti e simpatizzanti si è tenuta nella sede del partito, al Corso Atellano 6. Oltre al nuovo segretario è stato eletto un direttivo composto da otto persone: Salvatore Lettera, Domenico Cammisa, Felice D’Antonio, Sergio Pace, Nicola Tessitore, Maria Rosaria Coppola, Angelo Di Serio, Luca Punturello.

A presiedere l’assemblea congressuale, Ludovico Feole, presenti anche i vertici provinciali del Pd, il segretario Dario Abbate, il consigliere regionale Nicola Caputo, il responsabile dell’organizzazione Giovanni Cusano.

“Lavoreremo per l’unitàdel partito. – spiega il nuovo segretario Romano – Ci attendono giorni di lavoro intenso, l’organizzazione delle primarie e il rilancio delle nostre iniziative per Sant’Arpino. Ci aspettiamo il contributo di tutti quelli che credono nel progetto del Partito Democratico”. Con la celebrazione del congresso cittadino il Pd santarpinese si da una gestione unitaria e propositiva.

Il dibattito si è aperto dopo i saluti delle varie forze politiche santarpinesi, tra le quali: Psi (Partito Socialista Italiano) rappresentati dal commissario cittadino Nunzio Della Valle, i rappresentanti dei due sodalizi santarpinesi, in ordine, Alessandro Sala, presidente di “Primavera Santarpinese”, e Raffaele Arena, segretario di “P.a.t.”. Sala e Arena si sono congratulati con i vertici provinciali e locali per il congresso cittadino, evidenziando come finalmente si sia fatta luce su di una questione divenuta oramai insopportabile. Secondo Sala ed Arena “questo clima d’astio non avrebbe giovato al fine di riportare in paese il dialogo e la partecipazione ad una sezione del Pd che, negli ultimi anni, era divenuta una vera e propria casta impenetrabile per tutti coloro che si rivedono nei valori del Partito Democratico”.Sala ed Arena hanno augurato “un proficuo lavoro ed un in bocca al lupo per il futuro, poiché – spiegano – la realizzazione di questo partito, con la conseguente nomina dei nuovi assetti partitici, deve essere un punto di partenza e non d’arrivo”.

Il congresso è stato, ricco, articolato e partecipato, iniziato con la relazione del garante congressuale, Ludovico Feole, vicesegretario provinciale, è proseguito con gli interventi degli iscritti ed infine, del segretario provinciale del Pd, Dario Abbate, del responsabile organizzativo del Pd, Giovanni Cusano, e del consigliere regionale Nicola Caputo.

Nel corso degli interventi sono stati dibattuti molti temi, da quelli più locali o amministrativi a quelli più politici e generali. Ma soprattutto molte sono state le proposte e le sollecitazioni emerse,che sono state sintetizzate in una mozione finale approvata a conclusione del congresso. “Questa – spiegano dal Pd – rappresental’insieme degli obiettivi che dovrà perseguire nei prossimi mesi sul piano organizzativo e politico la nuova segreteria, con la collaborazione di tutti i membri del direttivo e di tutti gli iscritti, a partire dalla costituzione deigruppi di elaborazione e di lavoro sui principali temi del Paese e del territorio”.

Un ringraziamento è andato ai rappresentanti del Pd del circondario che hanno voluto partecipare con la loro presenza alla celebrazione del congresso cittadino santarpinese: i consiglieri comunali del Pd di Orta di Atella, Francesco Piccirillo, Giuseppe Roseto, Michele De Micco, al sindaco del Pd di Villa Di Briano, Dionigi Magliulo, al consigliere comunale del Pd di Cesa, Antimo dell’ Omo, all’avvocato Ernesto Pagano di Lusciano, oltre al consigliere comunale dell’Udc di Orta di Atella, Salvatore Del Prete.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico