Marcianise - Capodrise - Portico - Recale - Macerata Campania

“Capodrise rinasce” accelera e dette le priorità dell’agenda di governo

CrescenteCAPODRISE. Rinnovare l’impegno con gli elettori, individuare le priorità da affrontare e imprimere un’accelerazione all’attività di governo.

Sono questi i “diktat” emersi martedì 30 ottobre nel corso di una riunione fiume del Comitato politico “Capodrise rinasce”, costituito dall’Udc, da Capodrise in positivo, da Futuro e libertà e da tutte quelle personalità politiche e amministrative che, sul piano individuale o in rappresentanza di movimenti e associazioni, hanno condotto la campagna elettorale del 2011, contribuendo all’elezione del sindaco Angelo Crescente e dell’attuale maggioranza.

All’incontro, tenutasi nella sede del Partito dell’Udc, in via Francesco Rao, erano presenti Agostino Russo e Mimmo Abussi per l’associazione Società civile italiana, Caterina Negro e Donato Negro per Capodrise in positivo, Tina Raucci e Giuseppe Ianniello del Bene per Fli e Salvatore Liquori e Carlo Pontillo per l’Udc. Dopo un’attenta disamina della fase in cui “Capodrise rinasce” si trova a governare, resa difficile dai tagli ai trasferimenti statali, dall’inasprimento del patto di stabilità e da una serie di problemi irrisolti ereditati dal passato, il Comitato politico ha confermato unità d’intenti e pieno sostegno al sindaco Crescente, all’esecutivo e al gruppo di maggioranza. Il Comitato ha espresso, all’unanimità, la convinzione che, proprio a causa della complessità del contesto socio-economico, della fragilità del tessuto imprenditoriale locale e della stagnazione del mercato del lavoro, occorra, oggi più che mai, una nuova iniezione di entusiasmo, di voglia di fare e di energia propositiva, che conferisca maggiore forza e autorevolezza all’azione di governo.

Il Comitato ha ribadito, tra l’altro, l’attualità del programma elettorale e delle linee programmatiche, basi fondanti del patto con i cittadini elettori e strumenti indispensabili per orientare l’azione amministrativa e per ricreare le condizioni di crescita e di sviluppo del territorio.

Ciò premesso, nell’ambito dell’agenda di governo, sono state individuate sei priorità strategiche: proseguire nell’attività di efficientamento della macchina amministrativa; proseguire nel risanamento del bilancio pubblico; aumentare la vivibilità, la sostenibilità ambiente e la sicurezza; promuovere l’adozione del Piano urbanistico comunale; promuovere l’adozione del Piano per gli insediamenti produttivi; avviare il rilancio infrastrutturale della città. Il raggiungimento di questi obiettivi rende, sia nell’agire politico che in quello amministrativo, indispensabile un maggiore confronto interno, come sempre ispirato ai principi di sobrietà, di lealtà e di piena concordia.

È auspicio del Comitato che si possa istaurare, nel rispetto dei ruoli e attraverso i canali istituzionali, almeno su alcuni di questi temi, anche un dialogo con altre forze politiche e con le associazioni e con i movimenti di che hanno a cuore il futuro della comunità. Il risultato elettorale ottenuto da “Capodrise rinasce” appena 18 mesi fa esprime, in modo inequivocabile, una volontà di cambiamento radicale rispetto al passato, e ripone in tutti gli attori in campo e nell’amministrazione comunale aspettative che si ha il dovere di soddisfare.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico