Italia

Tronchetti Provera indagato con l’accusa di ricettazione

Marco Tronchetti Provera MILANO. Marco Tronchetti Provera indagato: l’imprenditore è accusato di ricettazione.

A concludere le indagini a carico del presidente della Pirelli è stata la Procura di Milano che aveva avviato accertamenti circa la vicenda dei dati copiati dal computer di un dipendente dell’agenzia investigativa Kroll.

Stando alla ricostruzione dell’accusa, i dati informatici furono prelevati all’epoca della “lotta” per il controllo di Brasil Telecom, con un’operazione di hackeraggio dagli uomini della Security di Telecom nel 2004 in Brasile. I file e i dati “sarebbero stati illegalmente intercettati e poi sottratti alla Kroll” e Tronchetti sarebbe stato informato della natura di tali dati da Giuliano Tavaroli, in quel periodo a capo della Security Telecom.

All’imprenditore milanese erano state contestate altre accuse, tra cui quella di associazione a delinquere, stralciata per probabile richiesta di archiviazione. Depositati gli atti, la Procura ha ora venti giorni di tempo per formulare l’eventuale richiesta di rinvio a giudizio del numero uno di Telecom.

Marco Tronchetti Provera, che è anche presidente di Prelios e Camfin e vicedpresidente di Mediobanca, ha sempre respinto ogni addebito e si è difeso sostenendo di essere stato lui a denunciare i fatti al centro dell’inchiesta, collaborando con l’autorità giudiziaria. Tanto che il suo legale è fiducioso: “Prendiamo atto con soddisfazione del fatto che pare favorevolmente concluso anche il supplemento delle indagini condotte relative alla cosiddetta vicenda Telecom”, ha commentato l’avvocato Roberto Rampioni, legale del presidente di Pirelli. “Per quanto riguarda il contestato reato di ricettazione, siamo convinti di poter dimostrare che anche in questo caso nessun comportamento illegale è stato posto in essere”, ha sottolineato il difensore.

Resta aperto, invece, il fascicolo che vede Tronchetti Provera indagato per corruzione internazionale per i 26 milioni di euro pagati da Telecom nel quinquennio 2002-2006 al mediatore brasilianoNaji Nahas e registrati in contabilità con il nome “conto del Presidente”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico