Italia

Sicilia alle urne per le Regionali. Si vota anche nei Comuni sciolti per mafia

 ROMA. Sono stati aperti alle 8 di domenica i seggi per le elezioni regionali in Sicilia. Complessivamente sono 5.307 sezioni n 390 Comuni della nove province dell’isola.

I quasi 4 milioni e mezzo di elettori, a differenza delle passate consultazioni, potranno votare solo oggi, fino alle 22. Lo scrutinio comincerà domani alle 8. L’elezione è a turno unico senza ballottaggio. Sarà eletto presidente della Regione il candidato che otterrà il maggior numero di preferenze insieme ai deputati regionali, che rimarranno 90 per i prossimi cinque anni nonostante manchi solo l’ok della Camera al ddl costituzionale che ne riduce il numero a 70; se arriverà il via libera il taglio partirà dal 2017.

10 CANDIDATI. Sono dieci i candidati in corsa per la presidenza della Regione, 1.629 quelli inseriti nelle 19 liste collegate, tra cui 32 inquisiti con diversi guai giudiziari. Tre dei dieci candidati si sono accreditati come possibili vincitori: Rosario Crocetta (Pd, Udc, Api e Psi), Nello Musumeci (Pdl, Pid e Ld) e Gianfranco Miccichè (Fli, Pds-Mpa, Gs e Mps). La vera incognita è rappresentata dal M5S che candida Giancarlo Cancelleri, sostenuto da Beppe Grillo che per diciassette giorni è stato in giro per la Sicilia riempiendo le piazze di migliaia di persone. Oltre all’astensionismo, l’altra variabile è il cosiddetto voto disgiunto, la possibilità per l’elettore di votare per una lista e contemporaneamente per il candidato governatore di un altro schieramento. Per la sinistra, in campo c’è Giovanna Marano, sostenuta da Sel, Idv, Federazione della sinistra e Verdi, mentre Giacomo Di Leo è appoggiato dal partito comunista dei lavoratori. Gaspare Sturzo corre per la lista Italiani liberi e forti, Mariano Ferro per i ‘Forconì, Cateno De Luca per la lista Rivoluzione Siciliana e Lucia Pinsone con Volontari per l’Italia. Alta la percentuale prevista di astensionismo: i sondaggi la danno tra i 44 e i 48 punti. Proprio gli indecisi potrebbero fare da ago della bilancia, tant’è che big e candidati, prima della giornata di silenzio, hanno fatto appello agli elettori perchè si rechino alle urne, battendo il tasto sul “voto utile”.

PROBLEMA MAGGIORANZA. Chiunque vincerà le elezioni probabilmente non avrà la maggioranza in Assemblea, dunque il futuro governo dovrà trovare nuovi equilibri e dialogare con l’opposizione. Il voto fa calare il sipario su quattro anni di governo guidato da Raffaele Lombardo, trascorsi in una clima di perenne scontro politico, con partiti di maggioranza (Pdl e Pid) passati all’opposizione e partiti di minoranza (Pd) in appoggio all’esecutivo. La Regione chiuderà il 2012 con un debito di quasi 6 miliardi di euro, 100mila precari e interi settori polveriera da riformare: dalle società controllate ai rifiuti, dai forestali alla macchina burocratica. E con l’incognita di alcune inchieste giudiziarie aperte dalla Procura di Palermo che indaga sulla spesa dei gruppi parlamentari e sui fondi stanziati dalla Regione per i grandi eventi e per le iniziative inserite nel Circuito del Mito.

COMUNI SCIOLTI. Domenica 28 e lunedì 29 ottobre si terrà il turno straordinario delle elezioni amministrative per il rinnovo degli organi di governo dei comuni sciolti in conseguenza di fenomeni di infiltrazione e condizionamento di tipo mafioso. Sono interessati alle consultazioni i comuni di Gricignano di Aversa (Caserta), San Giuseppe Vesuviano (Napoli), Borgia (Catanzaro), Condofuri e San Procopio (Reggio Calabria) e Nicotera (Vibo Valentia).

ORARI E SCRUTINI. Le operazioni di votazione per le elezioni comunali si svolgeranno, in occasione del primo turno e dell’eventuale ballottaggio, nella giornata di domenica, dalle ore 8.00 alle ore 22.00, e nella giornata di lunedi’, dalle ore 7.00 alle ore 15.00. Le operazioni di scrutinio avranno inizio subito dopo la chiusura delle votazioni ed il riscontro del numero di votanti. Le elezioni nei comuni di regioni a statuto ordinario interesseranno 58.295 elettori, di cui 28.655 maschi e 29.640 femmine. Le sezioni elettorali complessive saranno 72.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico