Italia

Montezemolo vuole intercettare i “fuggiaschi” del Pdl

 ROMA. Italia futura chiarisce i suoi obiettivi, dopo le controverse interpretazioni della “apertura” di Nicola Rossi al passo indietro di Silvio Berlusconi.

“Dare rappresentanza all’elettorato in fuga dal Pdl”. Tra una decina di giorni, il movimento di Luca Cordero di Montezemolo aprirà alla società civile con una lettera-invito a fare un passo avanti e a sostenere un programma che parte da un riconoscimento preciso al governo Monti. Il messaggio sarà sottoscritto da molte personalità e associazioni e presentato in un appuntamento pubblico a Roma.

Insomma, entro la fine di novembre si dovrebbe assistere, dopo tanto dibattito, al primo atto “politico” della rete di Montezemolo.Tanto nei temi quanto nella “cornice” dell’analisi della crisi italiana è facile intravedere analogie nei percorsi avviati da Gianfranco Fini e Pierferdinando Casini: il tentativo di superare i recinti di partito per dare vita a una proposta di forte impronta civica; il pressing su chi agisce nello spazio pubblico pur non avendo “tessere” perché si impegni in prima persona; il rifiuto di adeguarsi allo schema del bipolarismo muscolare che Berlusconi ha di fatto riproposto nei suoi ultimi interventi. “Unirsi per qualcosa e non contro qualcuno”, come ha detto Fini nell’intervista a Sky, è il filo conduttore delle grandi manovre in atto nello spazio che divide il centrosinistra dal fronte berlusconiano.

Uno spazio che si allarga ogni giorno, anche sull’onda degli scandali che stanno demolendo l’immagine del Pdl e dei suoi storici alleati. Le reazioni sui social media alla vicenda della Lombardia, e alla farsa del falso ultimatum leghista, disegnano un elettorato disgustato, che si sente tradito ed è in cerca di riferimenti del tutto nuovi. Il sondaggio settimanale di Agorà “fissa” il Pdl al 15,1 per cento. Dieci punti sotto il Pd. Indecisi e astenuti a quota 45 per cento, ma con i primi movimenti: secondo il sondaggista Roberto Weber, di Swg, è l’ultima settimana di “quiete prima della tempesta” che colpirà inesorabilmente il Pdl.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico