Italia

Costa Concordia: prosegue l’incidente probatorio in aula

 GROSSETO. Seconda giornata di udienza al Teatro moderno diGrosseto per l’incidente probatorio della scatola nera della Costa Concordia naufragata il 13 gennaio scorso all’isola del Giglio.

Anche nella giornata di martedì Francesco Schettino, l’ex comandante della nave da crociera, il cui naufragio costò la vita a 30 persone (2 sono i dispersi), è presente in aula.

Salvo complicazioni, sarà affrontata la questione della “falla”, creata dall’urto della nave con gli scogli dell’Isola del Giglio, la sera del 13 gennaio. Poi la parola passerà alla Procura. I lavori procedono secondo il calendario.

Lunedì l’udienza era stata sospesa per più di un’ora, perché il gip era andato in camera di consiglio, a seguito delle eccezioni sollevate dalla difesa dell’ex comandante Francesco Schettino. Ma poi era stata accorciata la pausa programmata di due ore.

Il Teatro Moderno, con i suoi mille posti a sedere e trecento in piedi, si sta rivelando persino troppo ampio. Ieri, in tutto, erano presenti non più di 200 persone, anche perché due passeggeri su tre hanno accettato i risarcimenti proposti da Costa Crociere e quindi hanno rinunciato ad andare avanti nell’iter giudiziario.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico