Italia

Casini: “Un governo con Vendola mi fa inorridire”

 ROMA. “Io stimo Bersani. Ma non sono convinto, e anzi inorridisco, all’idea che il futuro possa essere affidato all’alleanza tra Bersani, persona ragionevolissima, e Vendola, che invece è politicamente non adatto a poter governare questo Paese. Il combinato disposto di Bersani e Vendola produrrebbe un pessimo risultato”.

Lo ha detto il leader Udc Pier Ferdinando Casini, a “La telefonata” di Maurizio Belpietro su Canale 5. “Sono coerente: oggi vado in Sicilia a sostenere Crocetta, un candidato del Pd e dell’Udc. In quella coalizione Sel non c’è”.

“Abbiamo convinto noi la Polverini a fare un atto che l’ha riqualificata: dare la parola ai cittadini. Non era possibile continuare in una condizione di grande disagio e ho visto infatti che questa mattina Fiorito è stato arrestato”, ha aggiunto Casini.

“I partiti nazionali dovrebbero rivalersi con i danni nei confronti di chi comprando suv o pagandosi vacanze con soldi destinati alla politica dà alla gente l’idea che siamo tutti ladri. Invece non siamo tutti ladri. Io ho appoggiato la Polverini in buona fede, non era coerente per noi appoggiare la Bonino, avevo stima della Polverini, dopo di che se poi rubano in consiglio regionale, io non l’avevo messo nel conto. Una volta messo nel conto, abbiamo staccato la spina”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico