Cesa

Guida replica a Bortone: “Jekyll e Hyde della politica cesana”

Enzo GuidaCESA. Se lo scrittore Stevenson fosse ancora vivo prenderebbe spunto dalla situazione dell’amico di Cesario Bortone per una nuova indagine sullo sdoppiamento della personalità.

Bortone, ex presidente dell’associazione culturale Cesarinasce ed attuale componente del direttivo, è al tempo stesso coordinatore del Pdl. Una condizione difficile, per la verità, che spesso lo porta a confondersi.
Nello scrivere un comunicato di risposta al documento diffuso dal gruppo consiliare Progetto democratico per Cesa, dal Pd e dal Psi, si rivolge a me e quindi compito mio sarà di replicare. Bortone dice che avrei perso “il lume della ragione” dopo aver perso le elezioni comunali.
Rispondo che, nel mio schieramento, mi reputo il vincitore morale di queste elezioni, per una serie di ragioni che i più conoscono e che gli elettori hanno confermato. Le responsabilità della sconfitta sono altrove.
Sono però il segretario del Pd, quindi è ovvio che il mio partito ha perso, dunque oggettivamente anche io ho perso le elezioni. Ma se io oggettivamente le ho perse le elezioni, Bortone di certo non le ha vinte.
Né dal punto di vista quantitativo, poiché il suo circolo, e non mi riferisco al Pdl, non è riuscito a far eleggere nessuno, ne dal punto di vista politico, dal momento che tutte le sue proposte sono state disattese e mi riferisco alla abolizione della differenziazione dei ticket mensa ed all’addizionale Irpef Comunale. Un risultato però lo ha ottenuto: farsi dare il contributo economico per Cesarinasce.
Circa la mia politica di dialogo e rinnovamento non vedo cambiamenti. Non mi pare che criticare una decisione politica sia venir meno a dei propositi. Quando e se si vuole, il Pd è sempre disponibile al dialogo ed al confronto, anche pubblicamente.
La mia opposizione all’attuale maggioranza sta collezionando fiaschi? Evidentemente Bortone vive troppo altrove per sapere delle vicende locali ed è poco informato. Cosa sa del dibattito in consiglio comunale sulla farmacia comunale dato che lo cita a sproposito? Cosa sa del dibattito in consiglio comunale sull’Alberghiero? Cosa sa del dibattito in consiglio comunale del Consorzio Idrico? E cosa sa delle innumerevoli battaglie che l’opposizione sta conducendo, su piano traffico, bilancio comunale, tasse, Lsu, cimitero comunale, tanto per citare alcuni degli argomenti? Parla dei libri dell’Istituto filosofico, che vuole dire? Non si è capito.
Circa la passeggiata ecologica, scrive che io avrei autorizzato l’iniziativa? Ma dove? Come? Quando? Ma soprattutto a che titolo?
Mi accusa di non conoscere le procedure per la concessione del patrocinio. A me pare il contrario. E’ il coordinatore del Pdl che non conosce forse la differenza tra patrocinio morale, che autorizza ad apporre sui manifesti il simbolo del comune, e contributo economico.
Il fatto che la precedente amministrazione ha concesso il patrocinio e’ pertanto cosa diversa. Non a caso noi abbiamo detto che la passeggiata ecologica è un’iniziativa lodevole. Per cui non abbiamo criticato la iniziativa in se, tant’è che lo scorso anno, ho partecipato anche io.
Abbiamo criticato la decisione dell’amministrazione comunale di concedere il contributo economico. Per tanto, per rispondere alla sua sollecitazione, affermo che il Pd è favorevole alla bonifica della zona Arena, ma dico una cosa ovvia, perché è un argomento che accomuna tutti. Tant’è che l’amministrazione De Angelis ha lavorato per ottenere, così come è stato fatto, finanziamenti per la bonifica di questa area, con il contributo politico dell’attuale assessore Gianni Romeo.
Nel programma della lista Progetto Democratico per Cesa vi era la valorizzazione della zona, collegata a percorsi enogastronomici ed al vino asprinio.
Informo Bortone, per toccare l’argomento dell’impegno per il paese, che il gruppo alla Provincia del Pd, su richiesta della sezione di Cesa, fece approvare un emendamento al Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale per esaltare questi aspetti.
Nella confusione di ruoli, Bortone non si è reso conto che criticare il contributo economico concesso dall’Amministrazione Comunale non equivale a criticare l’iniziativa o ad esprimere una posizione contraria alla salvaguardia della zona.
C’è un altro aspetto che dovrebbe sapere, quanto meno quale coordinatore del Pdl. Nell’ultimo consiglio comunale si è discusso di patrocinio morale da concedere alle associazioni e albo delle associazioni.
Primo passo, come spiegato dalla maggioranza, per mettere mano al riordino del settore, per poi approvare anche un regolamento che disciplinasse l’erogazione dei contributi, con delle regole certe.
Abbiamo reputato inopportuno che dopo tale discussione, con rinvio ad una regolamentazione futura, su cui dovrà lavorare una apposita commissione consiliare, ci fosse una “fuga in avanti” della giunta comunale concedendo un contributo.
Ed abbiamo ritenuto inopportuno che la concessione economica avvenisse dopo che la maggioranza ha adottato una politica di inasprimento della pressione fiscale e abolizione dei servizi, per far fronte ai tagli delle risorse economiche decise dal Governo.
La precedente amministrazione ha concesso il contributo economico a Cesarinasce ma non mi pare che lo abbia fatto in relazione alla passeggiata ecologica, ma ad un’altra iniziativa, un concerto musicale in chiesa durante il periodo natalizio. Iniziativa, quella, ove è stata consentita la partecipazione gratuita dei cittadini.
Abbiamo scritto che la delibera della giunta comunale contiene un falso, poiché tra le motivazioni a sostegno dell’erogazione del contributo si afferma che all’iniziativa era consentita la partecipazione gratuita dei cittadini. E’ questa una critica rivolta alla associazione?
In ultimo voglio segnalare all’amico Bortone due aspetti: – non ho bisogno, per “sentirmi vivo” dei trafiletti sui giornali, ho una vita familiare, professionale, sociale e politica, talmente intensa che non ho di queste preoccupazioni; – ognuno di noi sa cosa è l’impegno sociale e civile, il volontariato, trascurare la propria famiglia e gli affetti. Ognuno di noi, anche all’interno del Pd, ha una storia sotto questo profilo. Di solito, quando ci impegniamo, oltre la bandiera del partito, lo facciamo in silenzio, senza mettere i gazebo in piazza per finire sui giornali.

Avv. Enzo Guida

Coordinatore circolo Pd di Cesa

Consigliere comunale gruppo di minoranza Progetto Democratico per Cesa

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico