Capua - Grazzanise - Vitulazio - Camigliano - Pastorano - S.Maria la Fossa

Pd, nasce a Capua il comitato Renzi

 CAPUA. Si è costituito a Capua il Comitato Renzi. Oltre venti i promotori che si sono riuniti presso l’Ex Libris di Palazzo Lanza per formalizzare la costituzione del Comitato ed eleggere il coordinatore cittadino.

Tra i promotori, diversi esponenti politici come Loredana Affinito, membro della direzione provinciale del Pd, Enzo De Gennaro, coordinatore cittadino dell’Api e già vice sindaco, Franco Passaro, esponente dell’associazione politica “I Riformisti”, ma anche numerosi rappresentanti della società civile come il dottor Franco Mercurio, il dottor Giuseppe Vecchione e il dottor Giovanni Melchionna. Presente anche una folta delegazione delle donne del Pd (Elisa Palazzo, Libera Nastri, Mariagrazia Vastano, Chiara Passaro, Livia Vastano). A voto unanime, è stata nominata coordinatrice del Comitato Loredana Affinito.

In questa fase, l’obiettivo prioritario del Comitato Renzi di Capua sarà l’allargamento della partecipazione.Per tale motivo, nei prossimi giorni, sarà organizzata una manifestazione pubblica in cui il Comitato si presenterà alla città sollecitando l’adesione di tutti coloro che vedono nella candidatura di Matteo Renzi la possibilità di avviare un effettivo rinnovamento della politica e della classe dirigente del centro sinistra.

“Questo tema – spiegano dal comitatodeve essere al centro della campagna elettorale delle prossime primarie: la classe dirigente (non solo politica) deve essere selezionata in base al merito ed non all’appartenenza.A tutti deve essere garantita pari opportunità. Bisogna favorire il ricambio dando le giuste possibilità ai giovani emergenti. La sobrietà deve essere un elemento caratterizzante della nuova classe dirigente. Sulle tematiche economiche e sociali non vi devono essere ambiguità: l’attività imprenditoriale deve essere favorita in quanto svolge un ruolo sociale essenziale: creare occupazione.L’evasione deve essere contrastata e i fondi recuperati devono essere destinati alla riduzione delle tasse e non aumento della spesa pubblica. Bisogna rilanciare i consumi incrementando il potere di acquisto delle famiglie e i fondi devono essere recuperati con una riduzione della spesa pubblica improduttiva”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico