Campania

Confindustria, Squinzi a Salerno: “Riportare Sud e Nord alla pari”

SquinziSALERNO. Per il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, quello che serve al Sud è innanzitutto “un salto culturale che porti fuori dai meccanismi assistenziali con cui si era concepito l’intervento dello Stato”.

A Salerno dove nell’ambito dell’assemblea degli industriali, é stato intervistato dal direttore del quotidiano Il Mattino, Virman Cusenza, Squinzi ha sottolinea che gli imprenditori sono nella massima parte di grandissismo spessore e possono fare la differenza e riportare il Sud a livello del nord e delle aree più avanzate del paese”.

Ma nel corso del convegno è emersa anche la necessità di avviare una maggiore “semplificazione”. Nel corso del suo intervento all’assemblea degli industriali, a Salerno, Squinzi ha sottolineato la necessità di ottenere una sempre maggiore “semplificazione normativa e burocratica” e per questo ervono “percorsi chiari, fattibili, che non siano soggetti al singolo funzionario”.

Due i fattori, per Squinzi, per far ripartire il Paese: “Investimenti in ricerca e sviluppo per fare innovazione, e investimenti nelle infrastrutture, sia di tipo materiale che immateriale, e mi riferisco, ad esempio alla digitalizzazione del Paese e della pubblica amministrazione”.

All’incontro ha preso parte anche il presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, che ha rivolto un appello agli industriali campani: “Condividiamo le procedure relative ai Grandi progetti”, ha detto. Ma ha anche ribadito l’importanza di puntare sui grande progetti, anche grazie ai quali, “la politica non diventa una piccola cosa”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico