Caiazzo - Castel Morrone - Piana di Monte Verna - Castel Campagnano - Ruviano

Progetto “Domus”, visita a Sant’Agata de’Goti

 CAIAZZO. Nell’ambito del progetto Domus, al quale l’Ente ha aderito in partenariato con i Comuni di Caiazzo, Alvignano, Castel Campagnano, Limatola e l’Ati Terzo Millennio – Benessere, …

… per la ricerca, la selezione e il finanziamento di progetti innovativi e sperimentali di Assistenza Domiciliare a favore di assistiti Inpdap non autosufficienti denominato “Home Care Premium 2011”, ha avuto luogouna visita guidata alla città di Sant’Agata de’ Goti realizzata con la collaborazione dei volontari della Pro loco e del presidente professor Claudio Lubrano.

Ad accogliere i visitatori, in uscita sociale, il sindaco di Sant’Agata de’Goti Carmine Valentino e l’assessore alle Politiche sociali Giovannina Piccoli, gli amministratori dei comuni aderenti al progetto, il direttore regionale Inpdap, dottor Bafundi, dirigenti e funzionari Inpdap di Avellino e Benevento e collaboratori dell’Ati Terzo Millennio – Benessere, che hanno accompagnato gli ospiti in visita al caratteristico Centro Storico della città. Questa iniziativa rientra nell’ambito di applicazione progettuale di “Domus” che prevede attività di integrazione sociale e territoriale al fine di potenziare il recupero della vita attiva delle persone non autosufficienti favorendo la ripresa di una vita di relazioni e potenziando l’autostima personale.

“Spero che iniziative come quella odierna, ha dichiarato il primo cittadino della città ospitante Carmine Valentino, possano non solo ripetersi per offrire opportunità di socializzazione e aggregazione a chi ha subito vicissitudini ed impedimenti, anche fisici, ma che siano occasioni di crescita e riflessione anche per i più giovani nell’affrontare la vita con rispetto, traendo esempio da chi affronta gravi problemi con i quali bisogna saper convivere, facendoli rientrare nella quotidiana normalità. Un plauso infine ed un ringraziamento all’Inpdap, al direttore regionale Bafundi ed a tutti i collaboratori per quanto messo in campo con estrema sensibilità ed indiscutibile professionalità. La buona pratica amministrativa va premiata ed incentivata in ogni ambito lavorativo. E’ questo un auspicio per il futuro e per una concreta e continuativa collaborazione al servizio dei cittadini tra tutti gli Enti coinvolti nelle gestione delle politiche sociali ed in particolare nella creazione di progettualità aggregate riguardanti l’ assistenza e la tutela dei soggetti svantaggiati”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico