Aversa

Strisce blu, Galluccio (Pdl): “Il sindaco apra il confronto”

Michele GalluccioAVERSA. “Ci auguriamo che il sindaco in questa prossima settimana ci convochi per confrontarci sulla gestione delle strisce blu”.

Michele Galluccio, consigliere comunale del Pdl, riporta in pista la discussione sulla gestione degli stalli di sosta in città. “Il prossimo 23 ottobre – continua l’esponente pidiellino – scade l’affidamento alla cooperativa costituita dai 14 lavoratori socialmente utili che erano impegnati con il precedente gestore. Speriamo solo di non trovarci di fronte all’ennesima decisione presa senza interpellarci anche perché il Pdl non è assolutamente convinto della bontà della gestione in house del servizio”.

Galluccio ricorda ancora: “Dalle voci raccolte nella casa comunale, e solo di voci possiamo parlare perché di ufficiale non ci viene mai detto nulla, sappiamo che il sindaco vorrebbe continuare almeno per un anno per poi bandire una gara ad evidenza pubblica. Noi vorremmo che questa si faccia in tempi brevi anche perché riteniamo che la gestione in proprio porti pochi ricavi rispetto a quelli possibili. In un anno, in proiezione da questi due mesi, ci sarebbero circa 200mila euro. A questo punto crediamo che il confronto sia necessario, del resto lo ha detto lo stesso Sagliocco, nell’ultimo consiglio comunale che le scelte importanti vanno condivise non solo con i partiti, ma anche con le associazioni”.

Continuano, insomma, le lamentele interne alla maggioranza di centrodestra sulla presunta mancanza di dibattito interno, ma il primo cittadino non ci sta e afferma: “Ero persuaso di aver discusso abbastanza della questione. Comunque, parlare, discutere è sempre positivo, tanto che sotto al nome ‘Noi Aversani’ del nostro gruppo, abbiamo scritto ‘Partecipazione e Libertà’. Ripeto, credevo che della vicenda non si dovesse riparlare”.

Poi, quando gli viene chiesto quale è la sua posizione in merito, Sagliocco riprende: “Bisogna centrare i tre obiettivi che ho più volte indicato: salvaguardare i livelli occupazionali, tartassare meno i cittadini, maggiori entrate per le casse comunali; tre obiettivi difficili da raggiungere con un’esternalizzazione. Comunque, al momento ne ho già parlato anche con il prefetto, stiamo varando il nuovo protocollo per la stazione unica appaltante. Stavo attendendo che si ultimasse l’iter relativo”.

Quando, poi, gli si fa notare che dal Pdl reputano pochi i 200mila euro di entrate per il comune in proiezione, il sindaco conclude: “Non possiamo parlare di 200mila euro. Bisogna fare i conti almeno su sei mesi e non su due, iniziali, di cui uno agosto. Sarebbe interessante, infine, capire quanto è entrato nelle casse comunali con la precedente gestione degli stalli di sosta”.

Dall’opposizione il consigliere del Pd Marco Villano sottolinea come “il problema non sia solo quello della gestione, ma di un intero sistema da rivedere. Bisogna ridisegnare tutte le regole del servizio. Ad oggi si sono registrate solo azioni estemporanee che non toccano i problemi reali. Abbiamo chiesto di farlo insieme, maggioranza e opposizione, ma la condivisione è un valore che non trova spazio nella maggioranza”. In chiusura, poi, Villano fa alcuni esempi: “In piazza Mercato, nelle serate dei fine settimane ci sono 300/400 auto parcheggiate in balìa dei parcheggiatori abusivi. Perché non perimetrarla con delle fioriere e dotarla di una sbarra a pagamento per il parcheggio serale e notturno? Vicino alla stazione di Aversa Ippodromo c’è uno standard che potrebbe essere utilizzato come parcheggio, perché nessuno ci ha pensato né prima né ora?”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico