Aversa

Sagliocco: “Ecco i dati della differenziata”

Giuseppe SaglioccoAVERSA. I numeri parlano chiaro e sono inequivocabili: negli ultimi mesi le percentuali di raccolta differenziata sono sensibilmente aumentate.

Si parte dal 18,74% come media dell’anno 2011 anno in cui era partita solo parzialmente la raccolta differenziata sul territorio cittadino. Si prosegue, poi, con il 32,83% del mese di gennaio 2012, proseguendo con il 26,57% di febbraio 2012, con il 27,15 di marzo 2012 ed arrivando al 32,14% di aprile 2012 quando la raccolta differenziata è cominciata su tutto il territorio cittadino. Dallo scorso maggio, infatti, si è avuto un’inversione di tendenza registrando il 43,35%. Percentuale che è cresciuta a giugno, con il 49.05%, a luglio, con 52,40% e ad agosto con il 54,12%. Il dato relativo al mese di settembre, invece, è ancora in fase di elaborazione ed al momento si attesta al 50,71%.

“Lo avevo detto appena insediato, e lo ribadisco, – ha detto il sindaco Giuseppe Sagliocco – che attraverso il controllo del territorio, la verifica delle violazioni con un primo avviso amichevole agli inadempienti e le sanzioni pesanti a chi recidiva, avremmo fatto un’inversione di marcia ed i risultati mi stanno dando ragione. Ovviamente questo risultato non può bastare. Dobbiamo continuare lungo questa strada per raggiungere obiettivi ancora più esaltanti”.

Sagliocco poi sottolinea: “Da qualche settimana è partito il lavoro del nucleo ambientale dei vigili urbani che sta verificando, soprattutto presso le grandi utenze, che i rifiuti siano differenziati. Continueremo a porre in essere controlli affinché gli sforzi della maggior parte degli aversani virtuosi e collaborativi non siano vanificati da pochi inadempienti ed incuranti delle norme”.

Il sindaco spiega che dal primo giorno ha lavorato alacremente affinché si alzasse la media della raccolta differenziata: “Con poche e semplici norme non solo facciamo crescere la percentuale di raccolta differenziata, ma possiamo ridurre il carico economico a cui deve far fronte l’Ente Comune e quindi il cittadino per garantire un corretto ed adeguato servizio di raccolta”.Conferendo maggiori quantitativi di raccolta differenziata, e quindi sversando in discarica minori quantità di indifferenziato, si riduce il costo di smaltimento dei rifiuti e ciò fa ben sperare per il futuro.

“Abbiamo costituito – fa sapere ancora il primo cittadino di Aversa – il nucleo ambientale svincolato dal comando dei vigili urbani e coordinato da me in prima persona. Il tenente Tinto ed i suoi uomini stanno lavorando alacremente affinché siano rispettate tutte le norme in tema ambientale. A partire dalle grandi utenze come l’ospedale o l’Opg che quando sono arrivato lo scorso mese di maggio ancora non effettuavano la raccolta differenziata”.La task force guidata da Tinto solo nel corso della scorsa settimana ha elevato oltre 50 contravvenzioni nei confronti di coloro i quali avevano abbandonato i sacchetti fuori dagli spazi consentiti.

Presto, inoltre, saranno installate nelle cosiddette “zone sensibili”, ovvero dove abitualmente vengono abbandonati in modo incontrollato sacchetti dei rifiuti, delle telecamere di videosorveglianza per la repressione del fenomeno.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico