Villa Literno

Zaccariello: “Il Pdl ritrovi entusiasmo e capacità propositiva”

Francesco ZaccarielloVILLA LITERNO. “Il caldo eccessivo degli ultimi giorni ha evidentemente surriscaldato le menti di molti personaggi della vita politica liternese”.

Lo afferma il consigliere provinciale del Pdl, Francesco Zaccariello. “In pochi giorni – continua – ho potuto assistere ad un’improvvisa autocritica di una parte della maggioranza che, per bocca dell’assessore Di Fraia e dei consiglieri comunali Iovine e Riccardi, ha scoperto l’esigenza dell’amministrazione di aprirsi alla popolazione. Ho poi letto la fulminea presa di posizione del leader di opposizione, Nicola Ucciero, che ha preso al volo l’occasione e ha subito sentenziato, con l’approssimazione di sempre, che la maggioranza è in crisi. Infine, ho potuto leggere l’intervento del primo cittadino liternese, improntata a condivisione delle richieste dei tre della maggioranza e fortemente polemico nei conforti del capogruppo di opposizione.

“Insomma – sottolinea Zaccariello – il comune di Villa Literno ha messo in scena il più fedele copione della politica d’antan: uomini della maggioranza che chiedono cambi di rotta e minoranza che d’un colpo pare risorgere: per chi conosce, invece, la storia amministrativa di questo nostro amato paese è, invece, facile notare che, tra maggioranza e opposizione vi sono quelli che hanno a più riprese mal governato Villa Literno e sono corresponsabili del disagio causato a questa nostra comunità. Null’altro! Il resto sono chiacchiere estive da ombrellone. E tutto accade mentre il paese aspetta di ricevere iniziative positive nei suoi settori più vitali e di risolvere questioni di primaria urgenza come quelle dell’acqua e dell’ambiente. Intanto, ben venga il Consiglio comunale aperto, programmato per discutere della vexata quaestio delle ecoballe e del problema ristoro ad essa collegato: e poi arrivi finalmente il tempo della politica efficace e che decide, non fatta solo di proclami, come purtroppo è stata fino ad d’oggi”.

“Su una questione – conclude – sono d’accordo: necessita un dialogo costante con e fra tutte le forze politiche, e su questo fronte (io, ovviamente, parlo del mio partito), il Pdl deve ritrovare lo smalto dei tempi migliori e realizzare il buongoverno amministrativo con le forze migliori: possiede uomini ed idee di enorme qualità, ha bisogno solo di ritrovare il bandolo della matassa; e di politica di problemi amministrativi ed altro parleremo presto in una specifica riunione degli iscritti al partito che sarà, con ogni probabilità, convocata nella seconda decade di settembre”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico