Succivo

Consiglio, l’opposizione presenta sette interrogazioni

AulettaSUCCIVO. Dopo la proficua riunione del 19 settembre scorso, che ha visto la presenza di tutti i consiglieri e i gruppi politici di minoranza, sette sono le interrogazioni presentate dalla minoranza, condivise dai partecipanti e poste lunedì al sindaco Tinto.

Si parte con due interrogazioni riguardanti servizi con contratti scaduti da mesi ma che vengono ancora erogati dalle ditte esterne, determinando di fatto ulteriori debiti all’Ente: servizi cimiteriali e canile. Si passa alla questione tanto sbandierata da questa amministrazione, ma mai messa in atto (“per ovvi motivi di interessi”, dice il consigliere Raffaele Auletta, nella foto), inerente gli orti sociali e stato di valorizzazione di tutti gli immobili comunali e corrispettivi pagati al Comune dai terzi utilizzatori, questione che alla luce del dissesto diviene di fondamentale importanza.

“Per poi arrivare – continua il consigliere – al tema delle politiche sociali, sin dall’inizio gestite nel peggiore dei modi, dove senza alcun indirizzo politico e alcun fondamento tecnico si è cercato di risparmiare (invano, e non conoscendo la legge) offrendo servizi sociali ‘trasporto disabili e assistenza materiale scolastica’ che vedono impegnato personale interno all’Ente ma non qualificato. Idea di risparmio, però, non estesa ai servizi che vedono impegnate persone esterne all’Ente, non qualificate ma vicine ai nostri amministratori”.

Si chiude con interrogazioni inerenti tematiche urbanistiche, ovvero, spiega Auletta, “lo stallo ormai inspiegabile della procedura di chiusura del Comparto B area 167 (via Livatino), e la realizzazione dei sentieri rurali”.

“Numerose quindi le questioni sottoposte, – sottolinea Auletta – che ai più distratti fanno immaginare un’amministrazione sonnolenta; ma a ben vedere ed analizzare, molte di esse sono il segno evidente che questa amministrazione fa finta di dormire quando non ha altre vie di fuga; e appena può dimostra, con un arroganza mai vista, di saper applicare le regole della vecchia politica con l’identica se non peggiore dose di cattiveria e difesa degli interessi personali e familiari”.

“Mi auguro – conclude Auletta – che questo ulteriore sforzo delle forze di minoranza al completo, sia di impulso per una vita sociale e politica più attiva di tutti i succivesi”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico