Sant’Arpino

Volantini e soggiorno climatico: Lettera si difende

Salvatore LetteraSANT’ARPINO. In merito alle accuse infamantiche mi provengono da più parti, sul soggiorno climatico e la distribuzione di volantini in piazza Umberto I, faccio alcune precisazioni.

Ho solo chiesto la verifica al locale comando di Polizia Municipale del regolare svolgimento di distribuzione di volantini politici, che la legge disciplina, in maniera precisa. Quando mi è stato fatto presente che la manifestazione politica, sottoforma di volantinaggio non era stata segnalata, così come prevede la normativa vigente, ho semplicemente chiesto ai Vigili Urbani in servizio di fare il loro preciso e sacrosanto dovere, questo per impedire e prevenire eventuali disordini che avrebbero potuto verificarsi, senza intimidire o minacciare ritorsioni a chicchessia, questo anche per tranquillizzare un certo “signore anziano”, ex sindaco, che non avendo nulla più da fare, e non avendo più alcuna credibilità politica e personale, mastica solo veleno ed animosità nei miei confronti.

Nessun ostacolo e impedimento, solo il rispetto tassativo della legge, che in verità il comitato in questione spesso e volentieri dimentica. Poiché è noto e vi sono prove incontrovertibili che il comitato libera e democratica, distribuisce volantini da marzo, ed a loro detta è stato registrato alle autorità competenti solo a giugno, e non si hanno prove di notifica presso la Prefettura e la Questura dei volantinaggi effettuati durante questo lungo lasso di tempo, strano che chi denuncia e propugna legalità sia fuori dalle leggi vigenti, ed accusa il sottoscritto di cose assurde e fuori di testa. Per le qual cosa ho provveduto a dare mandato ai miei legali per tutelare la mia onorabilità.

Per quanto riguarda la vacanza anziani, sono anni che viene gestita dal Circolo Pensionati con questa procedura, che è iniziata sotto la presidenza di Di Costanzo e l’amministrazione Savoia, il circolo, infatti, esperisce attraverso la presentazione di preventivi da parte di agenzie di viaggi, un affidamento del servizio in maniera diretta, l’amministrazione comunale e questo assessorato non entrano minimamente in questa procedura, che è stata curata direttamente dall’attuale presidente e dai membri del direttivo.

Le ricevute

clicca per ingrandire

I costi, la destinazione, la qualità della vacanza viene scelta dal Circolo, noi come amministrazione abbiamo tramite i nostri funzionari un compito di vigilanza e controllo, il resto è pura fantasia e demagogia. La presenza del sottoscritto e degli altri amministratori, sindaco compreso, citati nel ridicolo volantino del comitato libera e democratica e dal solito signore anziano ex sindaco, era ampiamente prevista ed organizzata, non c’è stata nessuna vacanza scroccata, poiché le spese per le presenze del Sindaco, degli altri amministratori e del sottoscritto sono state oggetto di pagamento all’agenzia che ha curato la vacanza, che a sua volta ha rilasciato regolari ricevute che si allegano al presente comunicato per dovere di chiarezza e di trasparenza. Tutto di tasca propria! Anche le spese di viaggio, autostrade e quant’altro. Anche queste farneticanti affermazioni sono state oggetto di querela da parte del sottoscritto, del Sindaco e degli altri amministratori.

Contrariamente a quanto affermato, il sottoscritto durante tutta la vacanza, ha allietato la stessa con escursioni e altre sorprese di tasca propria , questo si può, facilmente verificare parlando con gli anziani che sono stati presenti al soggiorno climatico. Non c’è stata nessuna intromissione nella gestione del Circolo Pensionati.

Invece coloro che adesso si propugnano paladini della trasparenza, durante la loro lunga carriera politica, hanno sempre profittato del loro ruolo infischiandosene della comunità santarpinese, in particolare quando si sono recati in visita nei vari soggiorni climatici si sono fatti pagare lautamente le relative spese di soggiorno, di carburante , di autostrade e di missione. Con questo passato, che è possibile anche documentare, non possono parlare di niente e di nessuno, perché sono impresentabili. Da che pulpito viene la predica.

L’assessore alle Politiche Sociali, Salvatore Lettera

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico