Sant’Arpino

Ad: “Repetita Iuvant per chi è in malafede”

 SANT’ARPINO. Il gruppo di Alleanza Democratica ripropone il documento letto nel corso della seduta del Consiglio Comunale del 12 luglio scorso.

“Lo riproponiamo – spiegano dalla maggioranza guidata dal sindaco Di Santo – per coloro che, in mala fede, ed a corto di argomenti, hanno dimenticato quanto da noi sottolineato in quella sede”.

La vicenda che ha visto alcuni consiglieri della maggioranza darsi una diversa collocazione politica all’interno del Consiglio comunale e che parrebbe voler modificare l’assetto politico-amministrativo, ha indotto il Sindaco a verificare la disponibilità delle dimissioni dei componenti la Giunta comunale, ed ha indotto i consiglieri ad un’attenta riflessione sulle ragioni e sulle opportunità di una messa a punto della macchina amministrativa del Comune, che avuto come esito la consapevolezza di onorare il mandato ricevuto dal popolo, completando il programma elettorale, che corrispondeva e ancora corrisponde ai bisogni della nostra comunità. Tale volontà è resa ancora più forte dalle pesanti ricadute su tutti della crisi economica e che impongono a maggior ragione un’Amministrazione attenta ed operosa.

Pertanto i sottoscritti consiglieri comunali di Alleanza Democratica rappresentanti delle forze politiche della maggioranza consiliare, nel premettere di aver lavorato in questi anni in un rapporto leale e di costante sostegno all’operato del Sindaco Eugenio Di Santo e della sua Giunta, che ha permesso il raggiungimento di numerosi e qualificati obbiettivi previsti nel programma elettorale di A. D. del 2008, che costituì la base della vittoria elettorale, rivendicano con forte orgoglio i risultati raggiunti ed in particolare: 1) Il mantenimento della coesione sociale della nostra comunità, raggiunta attraverso la qualificazione dei servizi sociali e l’impegno nel costruire e rinnovare i contenitori associativi; 2) lo svolgimento di un’intensa e qualificata attività culturale e sportiva, che ha arricchito di valori l’intera comunità ed in particolare i giovani; 3) la realizzazione di infrastrutture ed investimenti per la sicurezza urbana; 4) l’attenzione allo sviluppo del territorio ed il sostegno alle realtà economiche con realizzati progetti finalizzati alla valorizzazione del centro storico e alla riqualificazione delle zone periferiche; 5) la razionalizzazione del sistema scolastico con l’istituzione di una sede di liceo scientifico e la sistemazione e la manutenzione degli edifici scolastici; 6) la realizzazione di infrastrutture ed investimenti per la sicurezza urbana.

All’unanimità essi, poi, decidono di dare nuovo e più vigoroso impulso all’azione amministrativa con la conferma della composizione della Giunta municipale e con il concreto rinnovato impegno per il raggiungimento dei seguenti obbiettivi prioritari: assicurare un governo del Bilancio attento dalla spesa per orientare le risorse verso i bisogni emergenti delle famiglie colpite dalla crisi cogliendo tutte le opportunità che possano generare maggiore risorse per l’equilibrio della nostra finanza pubblica locale; l’incarico per la elaborazione e la redazione del Puc in forma partecipata; il Wi – Fi gratuito per tutti i cittadini di Sant’Arpino per dare voce e possibilità a tutti di esercitare un diritto; La gestione quotidiana della difficile situazione sociale connessa alla crisi economica; Il sostegno alle situazioni sociali più disagiate; Il presidio della qualità e quantità della rete di servizi socio-sanitari nel nostro territorio nel quadro della programmazione dell’ambito CE3 e della regione Campania; Il completamento del percorso per l’affidamento ai privati del campo sportivo comunale; L’uscita dal consorzio Unico di bacino e il conseguente affidamento del servizio di igiene urbana ad una ditta privata.

Infine, dichiarano di essere consapevoli che questo rinnovato patto di governo della città impone, quale condizione essenziale per il prosieguo del percorso, un grado assoluto di collegialità nell’assunzione di tutte le scelte amministrative e politiche, da qui alla prossima scadenza elettorale, che dovranno essere puntualmente e preventivamente discusse e concordate tra i diversi livelli della maggioranza: gruppo consiliare,Giunta ed ovviamente il Sindaco.

Come pure che la positività di questa esperienza politica rappresenta la condizione per portare a termine il mandato di consiliatura e la premessa per proporre, a fine mandato, la continuità di un governo riformista con la leadership di Eugenio Di Santo come candidato Sindaco per le prossime elezione amministrative della primavera 2013.

Brasiello Salvatore

Cammisa Domenico

Di Serio Maurizio

Fioratti Gianluca

Guarino Antonio

Lettera Giuseppe

Lettera Raffaele

Lettera Salvatore

Plazza Alberto

Zullo Aldo

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico