San Marcellino

Federazione della Sinistra: “Il sindaco snobba i cittadini”

 SAN MARCELLINO. “Il sindaco di San Marcellino, nonostante abbia ottenuto il potere della poltrona, sembra invece logorato da impegni irrinunciabili ed assolutamente non rinviabili, visto che convoca una delegazione di cittadini per discutere del diritto alla mobilità e poi se ne dimentica”.

Così, in un volantino rivolto alla cittadinanza, si esprimono i componenti della Federazione della sinistra per il coordinamento di Trentola – San Marcellino. “Proprio così – continua il gruppo – il nostro primo cittadino è così attento ai bisogni e alle richieste dei suoi elettori che dimentica persino di averli convocati per discutere dei loro sacrosanti diritti e li snobba non presentandosi e risultando irreperibile ad ogni tentativo di contattarlo telefonicamente”.

“Come dovremmo definire questo atteggiamento? Arrogante? Presuntuoso? – incalza la Federazione della sinistra – Altezzoso? Disinteressato alle problematiche di interesse generale? Forse era impegnato a risolvere problemi legati allo smaltimento rifiuti? O all’abusivismo edilizio? Oppure al dissesto idrogeologico del territorio? Ma no! Forse stava discutendo di viabilità con il suo … navigatore satellitare. O era intento a tutt’altre faccende affaccendato?”.

“Sembra che sia passato un secolo da quando era onnipresente sul territorio a cercare voti per sé e la sua compagine pseudo/politica, mentre oggi – sottolinea il gruppo – è latitante, inavvicinabile, introvabile e, cosa ancor più grave, inamovibile e trincerato dietro una maggioranza allargata da una inesistente opposizione consiliare che tutto gli consente, tutto gli lascia passare, tutto gli sottoscrive fuorché l’esortazione a governare un paese che, a distanza di sei anni dal suo insediamento, presenta ancora tutte le problematiche che si era impegnato a risolvere, ma che sono notevolmente peggiorate per incuria e mancanza di interventi concreti e risolutori”.

“Noi non demorderemo. Ricontatteremo il presidente di ‘Nuova Liburia’ e confermeremo il nostro impegno a portare avanti la richiesta di elaborazione di un progetto di riqualificazione della stazione ferroviaria di San Marcellino. Perché il diritto alla mobilità dei cittadini è sacrosanto ed è prioritario rispetto agli impegni ludici e/o istituzionali di un primo cittadino che ha come primo ed assoluto dovere quello di ascoltare i propri concittadini”.

“Siamo troppo rispettosi delle istituzioni per estorcere con la forza una convocazione disattesa – conclude la Federazione della sinistra – ma non staremo in attesa con le mani in mano ed adotteremo tutte le forme di lotta possibili per rivendicare i nostri diritti. Sindaco, se ci sei, batti un colpo”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico