San Felice a Cancello - Santa Maria a Vico - Arienzo - Cervino

Isiss “Majorana”, la dirigente illustra le novità per il nuovo

 S.MARIA A VICO. Inizia con tre giorni di anticipo l’anno scolastico 2012/2013: un anno che si profila sicuramente complesso per le novità scaturite dal dettato normativo.

Oltre alle attività già previste, infatti, in ottemperanza alla spending rewiew la nostra scuola adotterà la pagella e il registro on line, offrirà, grazie alle opportunità europee e regionali, a 32 ragazzi un viaggio studi completamente gratuito a Londra completo di certificazione e a 45 ragazzi tre stage aziendali in altrettante aziende accreditate, garantirà agli alunni dell’indirizzo manutenzione e produzione la possibilità di conseguire una qualifica triennale, che la riforma dei professionali aveva bloccato, parteciperà con altre 300 scuole selezionate su tutto il territorio nazionale al Progetto Vales, che prevede una valutazione del dirigente scolastico e dell’intero sistema formativo.

Ma la grande novità per l’Isiss Majorana è costituita dalla nuova organizzazione dell’orario, che, per delibera del Consiglio d’Istituto, sarà articolata su cinque giorni settimanali, con la sospensione delle attività didattiche al sabato, fermo restando il monte ore annuale delle singole discipline. Questa decisione risponde al bisogno di adeguare la nostra scuola agli standard di qualità europei, e scaturisce da un’attenta analisi dei bisogni dell’utenza. Un elevato tasso di assenza per il sabato, un sondaggio condotto tra studenti e genitori, ha suggerito quest’organizzazione oraria che è adottata da un numero di scuole sempre crescente.

La giornata del sabato sarà dedicata alle attività progettuali, nella consapevolezza, infatti, che una scuola attenta al successo formativo dell’alunno debba dosare in maniera equilibrata il curriculare con le attività l’extra curriculari. Queste ultime, spesso, impegnando al pomeriggio i ragazzi, già stanchi per le ore di attività mattutine, non garantiscono il raggiungimento degli obiettivi per i quali sono state progettate, al contrario rischiano di distrarre gli alunni dallo studio domestico fondamentale per studenti di una scuola secondaria di secondo grado.

Il concentrare la maggior parte delle attività progettuali in un giorno di sospensione delle attività curriculari costituirà una garanzia di qualità e permetterà la frequenza a ragazzi sicuramente più motivati. Le nostre iniziative mirano a far vivere ai giovani l’avventura scolastica in maniera non impositiva, ma accattivante, partecipata, speriamo di riuscirci.

Maria Giuseppa Sgambato, dirigente scolastica

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico