Orta di Atella

“Impepata di nozze”: sul grande schermo alcune “facce note” di Orta di Atella

 ORTA DI ATELLA. Si è tenuta giovedì scorso, alDuel di Caserta, l’anteprima nazionale del film “Impepata di nozze” diAngelo AntonucciePaolo Caiazzo.

Un vero e proprio successo per il regista di Casagiove, che ha messo su un cast di personaggi noti e simpatici al grande pubblico per questa commedia dalla trama molto divertente. Alla prima del film era presente quasi tutto il cast al completo, tra cui il protagonista Paolo Caiazzo, Sandra Milo, Adele Pandolfi, Vincenzo Soriano, Nando Varriale, Lucio Ciotola, Vincenzo Merolla , Francesco Procopio Silvestro Marino, Enzo Varone, Anna de Nitto e il cantautore Luca Sepe (autore della colonna sonora del film) che ha emozionato la platea con una interpretazione live del suo brano ‘L’ultimo giorno di sole’.

Sandra Milo, presa d’assalto dai giornalisti, ha ricevuto per l’occasione dal Sindaco di Caserta, Pio Del Gaudio, il premio alla carriera. Le riprese del film sono iniziate lo scorsomese di agosto in 80 luoghi caratteristici della Regione Campania, tra questi anche Orta di Atella. Alcune scene della pellicola, infatti, sono state girate all’interno del ristorante “La Locanda degli Artisti”, di via Pasquale Lanzano, luogo divenuto meta dei palati raffinati di tutta la provincia per i suoi piatti tipici e, tra le comparse, si potranno riconoscere alcune “facce note” ortesi all’interno del ristorante.

L’esilarante trama è stata scritta a quattro mani dal regista Angelo Antonucci e dall’attore Paolo Caiazzo, protagonista del film al suo esordio cinematografico: Michele, professore in attesa di passare di ruolo appena “scaricato” sull’altare dalla compagna, entra in uno stato di depressione. Quasi come beffa del destino, riceve la proposta dalla sorella (Adele Pandolfi) di aiutarla a gestire la sua agenzia di wedding planner.

Un po’ scettico, ma senz’altra prospettiva, accetta. Si ritrova così catapultato, in piena svogliatezza, nel “surreale” mondo dei matrimoni napoletani, a dover accontentare le bizzarre richieste gastronomiche e ad assecondare le velleità registiche di Genny , il fotografo gay, col pallino di immortalare spose in carne come sirenette di Copenaghen. Alle sue snervanti giornate si aggiunge l’insistenza dell’amico Riccardo (Francesco Procopio) a volergli propinare tappeti persiani e le beghe tra la madre vedova (Sandra Milo) e la vicina di casa, Mariapia, per accaparrarsi un affascinante professore di cui sono invaghite.

Quando Michele è ormai convinto che il matrimonio sia solo una sistemazione, un po’ come un posto di lavoro, a Napoli, nell’agenzia, arriva Yulya (Yuliya Mayarchuck) figlia di un emigrato a Milano dalla “napoletanità tradita” e di una milanese D.O.C. La ragazza è intenzionata a organizzare il suo matrimonio nella città d’origine del padre. Michele ne resta subito affascinato e il loro rapporto, favorito dalla partenza improvvisa di Filippo (Vincenzo Soriano), il promesso sposo e rampollo rampante della “Milano in”, diventa ogni giorno meno professionale.

Per cercare di conquistarla si finge gay e la sua concezione del matrimonio inizia a mutare, circondata da tutti gli equivoci del caso. Quando arriva il giorno delle nozze di Yulya, ai due non resta che cercare di capire se “il sole è davvero una bugia”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico