Marcianise - Capodrise - Portico - Recale - Macerata Campania

Capodrise, Imu e Irpef: i chiarimenti della maggioranza

 CAPODRISE. L’adeguamento del gettito dell’Imu e dell’addizionale Irpef è derivato da due ragioni fondamentali.

La prima ragione è derivata dalla riduzione dei trasferimenti statali da parte del Governo Monti per un totale di euro 568.000,00, la seconda ragione è stata determinata dalle direttive governative in materia di patto di stabilità, per il rispetto del quale quest’anno il Governo ha costretto l’Ente a raggiungere un pesante obiettivo: ovvero recuperare oltre 900.000,00 euro di tributi, senza tuttavia aumentare i servizi. Pertanto, si sono avuti tagli e adeguamenti al Comune per euro 1.500.000,00 circa. Questa è stata la somma che l’Amministrazione è costretta a recuperare quest’anno!

D’altra parte, anche gli altri Comuni a noi limitrofi hanno dovuto operare questi adeguamenti. Basti pensare che anche Macerata per il 2012 ha adeguato l’addizionale Irpef allo 0,8%, e già dal 2011 Recale e Marcianise hanno portato l’addizionale Irpef allo 0,6% e Portico allo 0,7%. Stesso discorso valga anche per l’Imu. Per ciò che invece riguarda la Tarsu, come è noto, fino al 31.12.2011 il servizio raccolta veniva svolto in modo inefficiente dal Consorzio Unico Rifiuti di Napoli e Caserta (Cub), oramai in liquidazione per una pesante situazione debitoria.

Al pagamento della Tarsu da parte dei Cittadini non corrispondeva un servizio efficiente da parte del Cub, tale che in passato bisognava rivolgersi anche ad altre Ditte per provvedere alla raccolta, così duplicando talvolta i costi di gestione. Questa Amministrazione è fuoriuscita dal Cub per avviare una raccolta in modo efficiente ed autonomo, per avviare effettivamente la Raccolta Differenziata e per evitare duplicazioni di costi non più sostenibili per l’Ente.

Questa Amministrazione, oltre a dover sostenere i costi per l’attuale raccolta e smaltimento dei rifiuti, si sta facendo carico anche di adempiere, per quanto possibile, alle pregresse pendenze debitorie con il Cub e con altre Ditte operanti in passato nel settore dei rifiuti. Ciononostante, l’adeguamento delle Tariffe Tarsu, comunque più contenute rispetto a Comuni limitrofi, per l’anno corrente è stato determinato: dalle inefficienze del Cub nell’anno 2011 (sono note le tante emergenze passate), dal carburante (+ 25%) e quota provinciale (+17% equivalente ad un tot. di 400.000,00 circa), oltre ai costi per smaltimenti e bonifiche per interventi straordinari. Tuttavia, dalla fuoriuscita dal Consorzio e fino ad ora la raccolta dei rifiuti si è svolta in modo puntuale raggiungendo alla data del mese scorso il 50% circa di rifiuti differenziati. Tale risultato inciderà positivamente sulla tariffa del prossimo anno.

Capodrise Rinasce

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico