Italia

Caso Lusi, il Riesame: “No alla scarcerazione”

 ROMA. Il Tribunale del Riesame, presieduto da Renato Laviola, ha dato ancora una volta parere negativo per quanto riguarda la scarcerazione dell’ex tesoriere della Margherita, Luigi Lusi.

Quest’ultimo era finito in carcere con l’accusa di aver provocato un ammanco di oltre 25 milioni di euro dalle casse del partito. Il riesame era stato chiamato alla fine dello scorso luglio, su rinvio della Cassazione, a ridiscutere per rilievi procedurali l’ordinanza con la quale lo stesso tribunale del Riesame con diversa composizione aveva negato la scarcerazione.

La procura aveva invece dato parere favorevole alla scarcerazione. Ora i legali di Lusi, gli avvocati Renato Archidiacono e Luca Petrucci, si accingono a riproporre davanti alla Suprema Corte un nuovo ricorso nel tentativo di giungere alla scarcerazione o quanto meno alla concessione degli arresti domiciliari al senatore che aveva chiesto, in caso di accoglimento della sua istanza, di essere mandato a scontare gli arresti domiciliari in un convento dell’Abruzzo.

L’ex tesoriere è accusato di associazione per delinquere, calunnia, appropriazione indebita e illecito reimpiego di capitali.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico