Home

Palermo, Gasp: “Spero di restare a lungo”. Sannino: “Mi manchera’ il mio lavoro”

 Il Palermo volta pagina. L’esonero di Giuseppe Sannino è ormai alle spalle ed ora si guarda al futuro puntando su un allenatore di grande esperienza: Gianpiero Gasperini.

L’ex allenatore dell’Inter ha parlato in occasione della conferenza stampa di presentazione mostrando una grande voglia di fare: “Lavorerò per costruire un grandePalermo affinchè la squadra ritorni sui binari che le competono. Sono fermo da un anno, non vedo l’ora di ripartire bene. Arrivo qui con grandi motivazioni, ritengo che ci siano le condizioni per invertire la rotta che è stata presa. In questo momento c’è tanto scetticismo intorno alla squadra, ma si può ancora far bene. E’ la prima volta che subentro in corsa, dovrò valutare bene la rosa che ho a disposizione. L’organico non mi sembra deficitario, bisogna solo ritrovare la fiducia. Spero di convincere Zamparini ad aprire un ciclo, come successo a Genova con Preziosi. Non penso alla rivalsa contro l’Inter, ora bisogna concentrarsi sulle prossime gare”.

Alla presentazione non poteva mancare il presidente Maurizio Zamparini, che chiarisce i motivi del divorzio da Sannino: “Per molti ormai è diventato naturale che io esoneri degli allenatori, ma è sempre difficile mandare via una persona. Non c’era alcun contrasto tra me e Sannino, al quale auguro, come Pioli, di togliersi molte soddisfazioni in futuro. Semplicemente è venuta meno la connessione tra allenatore e giocatori. Entrambi sono state delle delusioni, ma non ho nulla contro di loro in quanto a persona. E’ stata una decisione dolorosa, ma sono convinto che questa squadra avesse bisogno di una scossa forte. Ho sceltoGasperini, persona che stimo molto. L’ho cercato anche durante la scorsa stagione, ci rimasi male per il suo rifiuto, ma oggi credo sia mosso da un desiderio di rivalsa. Con lui faremo bene, vogliamo e possiamo aprire un ciclo. Il suo compito è quello di far diventare il Palermo una squadra, cosa che attualmente non è per niente. Sfrutteremo questi mesi per capire quali colpi di mercato vanno fatti a gennaio. Non credo di avere una squadra di brocchi, con l’aiuto del mister e del direttore sportivo cercheremo di fare operazioni utili”.

Sannino che porterà dentro l’esperienza nel capoluogo siciliano, come ha dichiarato a Radio Kiss Kiss: “Ho vissuto 7 anni di successi personali e collettivi – ha detto l’ex tecnico dei rosanero – adesso mi tocca un momento brutto, ma si sa, è la vita. Torno a ringraziareZampariniper l’opportunità che mi ha dato, quella di conoscere una città e dei tifosi eccezionali. Resta il rammarico di non aver potuto far vedere quello che avevo dimostrato nelle mie precedenti esperienze. Abbiamo lavorato tanto con questo gruppo, peccato non siamo riusciti a dimostrarlo sul campo. Ai ragazzi non posso rimproverare nulla, ma il mio lavoro mi mancherà molto”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico