Matese

Gioia Sannitica, festeggiamenti in onore di San Michele Arcangelo

 GIOIA SANNITICA. A Gioia Sannitica, piccolo centro dell’Alto Casertano, già fervono i preparativi per i solenni festeggiamenti in onore del patrono San Michele Arcangelo, dal 27 al 30 settembre.

La venerazione e la devozione nell’Arcangelo a Gioia Sannitica risale all’8 luglio del 1741. Infatti, una nicchia dell’altare maggiore della chiesa di San Felice ospita, da allora, una splendida immagine lignea di San Michele. In questo periodo molti saranno i gioiesi che rientreranno nel loro paese per trascorrere con i propri cari un periodo di vacanze in occasione della festa patronale. Il comitato micaelitico e l’assemblea micaelitica stanno organizzando le varie feste rionali pro San Michele Arcangelo per creare l’atmosfera della festa e della fraternità.

I solenni festeggiamenti iniziano il 20 settembre con un pellegrinaggio di penitenza, dalla grotta dell’Arcangelo Michele situata nella frazione Curti alla Chiesa di San Felice; qui tra canti e preghiere, l’immagine di San Michele viene elevata sul trono e si dà inizio al novenario di preghiera in suo onore.

Dopo nove giorni di preparazione spirituale e cristiana che coinvolgerà la comunità parrocchiale e le numerose frazioni, il 29 settembre, nella chiesa di San Felice, dopo l’offerta della corona floreale da parte dell’amministrazione comunale si celebrerà la santa messa solenne con il panegirico, quest’anno sarà presieduta da don Iosif Varga. Dopo la solenne celebrazione eucaristica seguirà la processione per le vie del paese con l’immagine dell’Arcangelo Michele, accompagnata dalla Banda Sinfonica di Lanciano, rallegrata dalle vivaci luminarie e dallo spettacolo pirotecnico.

Il 30 settembre sarà caratterizzato dalla processione mattutina e dalla celebrazione della santa messa in una delle contrade del paese, in ricordo degli emigranti che contribuiscono a mantenere vive le tradizioni del paese anche nelle nazioni in cui si trovano a vivere. Il comitato micaelitico, presieduto dal parroco don Giuseppe Oropallo, lavora alacremente tutto l’anno per offrire ai cittadini, accanto ai festeggiamenti religiosi, momenti comunitari di divertimento. Il mese di agosto e metà settembre sono infatti caratterizzati da piccole sagre nelle varie contrade, il cui scopo e quello di incrementare il budget a disposizione per la festa civile, e perché no, di istituire un clima di fraternità.

Inoltre, da alcuni anni, il comitato organizza simpatiche competizioni equestri per principianti ed esperti; e per il 27 settembre organizza una apprezzatissima “festa del vino” che coinvolge esperti e semplici cultori di buon vino.

Il 28 settembre il gruppo teatrale “Eduardo Scarpetta”, composto da concittadini con la passione del teatro, che da anni ormai allieta le nostre ricorrenze, presenta commedia brillante in due atti “Ce penza mammà” di Gaetano e Olimpia Di Maio.

Il 29 settembre, giorno della festa, in mattinata lo spettacolo del gran concerto bandistico “Città di Lanciano” e la fiera mercato; in serata poi, nel corso della processione, lo spettacolo di fuochi pirotecnici della premiata ditta Pannella Antonio di Ponte (Benevento).

Lo show del 30 sera avrà come protagonisti il grande gruppo musicale della Nuova Compagnia di Canto Popolare che presenteranno uno spettacolo musicale e canoro della tradizionale musica meridionale e delle melodie popolari italiane.

Il programma della festa nel dettaglio è disponibile sul sito www.micaelitico.it, e il resoconto degli eventi in tempo reale è reperibile presso il profilo facebook “Comitato Micaelitico Gioiese”, al quale ci si può iscrivere per poter partecipare alle simpatiche iniziative ed essere informati su questo vivace e unico momento della piccola comunità gioiese.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico