Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Calcio, nasce l’Asd “Albanova”

 SAN CIPRIANO. Nasce l’Asd Albanova prelevando così il titolo del Don Peppe Diana che tanto bene ha fatto in questi due anni, conquistando sul campo due grandissime promozioni.

Riparte il calcio che conta dalla Prima Categoria con il blocco vincente degli anni passati del Don Peppe Diana, tra cui: Russo Biagio, Russo Marco, Diana Francesco, Sgalia Giuseppe, Coppola Francesco, Pagano Paolo, Massaro Filiberto, Reccia Domenico, Cantiello Francesco,Di Sarno Mario, Serao Antonio, Diana Pasquale, a questi verranno aggiunti altri volti di spessore quali: Cerullo Agostino, Del Villa Cesare, Cangiano Vincenzo, Diana Guido, Zagaria Cesare, Ciardulli Marco, Di Bartolomeo, e Cioffo Marco, nome nuovo anche per la panchina, si punta ad un allenatore giovane, Diana Salvatore, allenatore in seconda della Don Peppe Diana. C’è aria di cambiamento ed innovazione con l’ingresso in società di giovani figure che cercheranno di portare divertimento e legalità, in questo paese sempre più ai margini delle società e delle istituzioni.

La Asd Albanova nasce dall’intuito e dalla volontà di giovani di San Cipriano d’Aversa, Casal di Principe e Casapesenna (ossia la vecchia città di Albanova), carichi di forti ideali e principi, con l’intento, tramite lo sport più amato dagli italiani”, di far uscire fuori da quei territori l’aria di cambiamento e di novità che questo popolo, fatto di persone oneste.

“Scopo della Asd Albanova – affermano dalla società – è quello di aggregare maggior numero di giovani possibili in modo da toglierli dalla strada e dai bar, posti di maggior manovalanza da parte della camorra, in modo da farli credere in un nuovo ideale, ma principalmente, fargli avere uno scopo di rivincita nella vita, mostrando a tutti il buono che oggi come oggi si trova nei nostri territori, in modo che tutti insieme dirigenti, giocatori e giovani della vecchia città di Albanova potranno partecipare in maniera definitiva al funerale della camorra e alla nascita della legalità. Tutto questo si potrà ottenere con l’aiuto dei cittadini della vecchia Albanova onesti, ma principalmente con l’aiuto delle istituzioni nel caso specifico, in questo periodo di ‘vacatio’ dell’amministrazione di San Cipriano d’Aversa, dei commissari prefettizi ai quali si chiede da subito di affiancare e fare sua questa iniziativa, redigendo nell’immediato il regolamento comunale, in modo da concedere lo stadio comunale di San Cipriano d’Aversa, fino ad ora negato per mancanza di regolamento, del quale già è stata fatta richiesta agli uffici competenti, facendo rimanere isolata ed unica, nota dolente, il rifiuto dello stadio fino ad oggi, ricordandogli che i giovani di dell’Asd Albanova dal 10 settembre, per allenarsi dovranno andare sul campo del De Mare sito a Castel Volturno con un notevole aggravio di spese. Quindi si confida nel buon senso dei commissari prefettizi preposti a gestire la ‘res pubblica’ con il buon senso dei padri di famiglia”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico