Casagiove - Casapulla - Curti - San Prisco

Udc: “Altro scempio in Piazza degli Eroi”

Francesco PotaCASAGIOVE. In questi giorni, a Casagiove, stiamo assistendo da parte dell’attuale amministrazione comunale all’ennesimo scempio.

Dopo aver rovinato Piazza Silvagni, trasformando parte della piazza stessa in parcheggio e, dopo aver abbattuto, all’entrata del cimitero comunale, i due secolari cipressi a causa della negligenza di qualcuno, ora l’attuale amministrazione ha deciso di trasformare la fontana di piazza degli Eroi in una fioriera.

Nel corso degli anni 2005-2006 furono spesi circa 13mila euro per l’installazione della fontana, il cui progetto fu scelto, in sede di appalto – concorso la cui commissione tecnica era presieduta dall’ingegner Parente e successivamente avallato dall’allora giunta comunale tra i cui componenti figurava l’attuale sindaco Elpidio Russo, allora anche vicesindaco.

La scelta di tramutare la fontana in una fioriera viene giustificata da qualche pseudo attuale amministratore con la motivazione che i costi di manutenzione della stessa risultano elevati. Purtroppo, questa amministrazione non ha la percezione della realtà in cui vive.

Chi scrive ricorda alle menti brillanti di questa amministrazione che l’ufficio tecnico del comune possiede una squadra di operai e manutentori, idraulico compreso, ai quali certamente non mancano i mezzi e ie relative competenze per intervenire e manutenere il manufatto in questione. Inoltre, mi chiedo, come mai non è maturata a nessuno degli efficienti componenti di questa amministrazione di includere nel bando di gara per la manutenzione dell’acquedotto anche la manutenzione delle fontane? E’ un mistero! A

llora rivolgo un appello accorato agli attuali amministratori affinché non cancellino e non trascurino le tante opere pubbliche che sono state realizzate dalla precedente Amministrazione (Palazzetto dello Sport abbandonato, Quartiere Militare Borbonico, villette comunali, cappellone cimiteriale, aperture di nuove strade, sede Asl di proprietà comunale, ect.), che sono costate duro lavoro, sacrifici e tanto impegno per la crescita della Nostra città.

La trasformazione della fontana in fioriera non è tra le priorità né del programma politico di questa amministrazione (ormai diventato carta straccia) né tra le priorità di una comunità locale che vuole vedere l’attuale amministrazione impegnata a risolvere ben altre questioni di più ampio respiro. Diversamente, dimettetevi e andate a casa”.

Francesco Pota, ex assessore comunale e vicesegretario dell’Udc di Casagiove

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico