Campania

Registro tumori “salvo” grazie a decreto di Caldoro

CaldoroNAPOLI. Il Registro Tumori della Regione Campania si farà, ma non perché a Roma hanno compreso che la salute dei cittadini campani valga più di qualche migliaia di euro da risparmiare e non violare il piano di rientro sanitario.

A risolvere la situazione, infatti, ci penserà il governatore della Regione Campania Stefano Caldoro che ha annunciato, attraverso il quotidiano il Mattino, l’approvazione di un decreto presidenziale con il quale si istituisce il registro e si aggira il blocco del governo Monti.

La notizia è stata appresa con soddisfazione dalla società civile che alle ore 13 si ritroverà a Napoli nei pressi dell’istituto Pascale per una catena umana, originariamente organizzata per contestare la scelta del governo di bloccare il provvedimento del consiglio regionale della Campania e che adesso potrebbe trasformarsi in un’occasione di festa. Con la politica e vista la problematica in questione, però, mai dire mai.

“Il Registro tumori è un provvedimento necessario, al quale non si possono applicare logiche ragioneristiche, vista la comprovata incidenza di malattie neoplastiche in vaste aree della Campania”. Così il presidente del Consiglio regionale, Paolo Romano. “Bene, dunque – aggiunge – la risposta immediata e decisa del presidente Caldoro pronto a firmare un decreto ad hoc, in qualità di commissario straordinario per la Sanità. Da parte del Consiglio regionale – conclude Romano – c’è la massima disponibilità a ridiscutere la legge nei tempi stabiliti, per affrontare e risolvere i rilievi sollevati dal Governo”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico