Aversa

La festa della Madonna di Casaluce fa litigare Sagliocco e l’Udc

Romilda BalvioAVERSA. Tre serate di musica da un lato, un solo concerto (si dice di 15mila euro) della Gerardo Di Lella Band dall’altro.

Queste le due ipotesi, la prima caldeggiata dall’assessore Romilda Balivo in quota Udc, la seconda dal sindaco Giuseppe Sagliocco per i festeggiamenti civili in occasione della ricorrenza di Maria SS. di Casaluce. Festeggiamenti che, quest’anno, in pieno clima di austerity, potrebbero tenersi senza le classiche luminarie nelle strade cittadine. Siamo di fronte all’ennesima tappa del contrasto più che strisciante tra gli assessori Udc e il primo cittadino. Di fatto, c’è da registrare dopo le dichiarazioni del lo stesso capogruppo consiliare del partito di Casini, Orlando De Cristofaro, anche un’insoddisfatta Balivo che avrebbe sbottato: “Se non ci fanno lavorare tanto vale che andiamo a casa”.

Insomma, rotto l’incantesimo della luna di miele post-elezioni, Udc e Sagliocco sarebbero ai ferri corti, con quest’ultimo sempre più nella sua veste di decisionista ad oltranza. Un comportamento che starebbe creando più di un malumore nell’esecutivo di centro destra, tanto che i centristi si sarebbero nuovamente avvicinati al Pdl nel tentativo di “far rientrare nei ranghi” Sagliocco che, a sentir dire i suoi alleati, va avanti “per fatti suoi”.

Una posizione che non si esclude possa avere riverberi anche sul bilancio. Forse proprio per evitare conseguenze più gravi delle chiacchiere, martedì mattina il primo cittadino incontrerà lo stato maggiore dell’Udc cittadina, così come già aveva fatto con il Pdl, in vista della seduta di consiglio comunale di giovedì 6 settembre.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico