Santa Maria C. V. - San Tammaro

Consiglio da ultimo giorno di scuola a palazzo Lucarelli

 SANTA MARIA CV. Sarà stato il caldo incessante degli ultimi giorni o il tardo orario della convocazione, ma l’ultimo Consiglio pre-festivo è stato a tratti soporifero.

Così, piu’ animate delle discussioni sui punti all’ordine del giorno, ha tenuto banco la questione della possibile revoca dell’appalto ad “Icaro”, e il j’accuse di Simoncelli alla stampa locale. L’ex candidato sindaco ha chiesto pubblica smentitada unorgano di informazione che gli aveva attribuito frasi ritenute lesive della dignità personale nei riguardi del neo-assessore Paolo Busico. “La vostra faziosità benché conclamata non mi turba. La strumentalizzazione giornalistica delle mie dichiarazioni, addirittura virgolettate, è tuttavia inaccettabile, passabile di diffamazione”, ha tuonato l’avvocato.

La questione della possibile revoca dell’appalto concesso al Consorzio delle cooperative sociali Icaro, a seguito dell’Informativa antimafia atipica emessa dalla Prefettura di Caserta, è stata sollevata dai banchi dell’opposizione tra cui , per la prima volta, sedeva l’ex maggioranza Rauso. L’atto prefettizio non ha natura vincolante ma cerca di orientare le scelte discrezionali dell’Ente appaltante in caso di sospetta infiltrazione mafiosa. Nella fattispecie, la Prefettura evidenzia come le associazioni a cui erano affidati i beni confiscati, tra cui Icaro presieduta da Gabriele Capitelli, si siano distinte per la totale inerzia, permettendo in particolar modo al clan Lubrano – Ligato di continuare a ricavare le rendite dagli stessi beni sottoposti a sequestro.

L’indicazione prefettizia che ha già determinato la revoca degli appalti di Icaro presso numerose amministrazioni quali Aversa, Mondragone, Napoli, è stata ricevuta in via ufficiale solo lo scorso giovedì. Il sindaco Di Muro, ha così anticipato che, anche se sarà necessario fare ulteriori verifiche, si va verso la revoca dell’appalto. La riorganizzazione dei servizi offerti da Icaro non prescinderà inoltre,dal dovere dell’amministrazione di salvaguardare i diritti (ed i salari) degli operatori che, ad ora, prestano servizio nella suddetta cooperativa.

Gli argomenti calendarizzati all’ordine del giorno sono passati così quasi in secondo piano, accompagnati da pigre votazioni. L’approvazione del rendiconto finanziario relativo all’esercizio amministrativo del 2011,è stata ottenuta con una maggioranza di 13 favorevoli e 7 astenuti. Dalla relazione tenuta dall’assessore Scirocco è emerso una solida situazione finanziaria, già vagliata dalla II Commissione bilancio e dal Collegio dei revisori dei conti. E’ stata evidenziata una gestione finanziaria virtuosa negli ultimi anni che ha determinato un avanzo non vincolato di 5,5 milioni di Euro ed il pieno rispetto del Patto di Stabilità.

Approvato con gli stessi numeri l’aggiornamento del Piano sociale di zona, terza annualità di attuazione del Piano sociale regionale, mentre all’unanimità dei consensi il Consiglio ha sancito l’approvazione del nuovo regolamento del servizio idrico.

C’è stata gloria anche per il debuttante assessore alla Cultura Paolo Busico, che si è visto promuovere,non senza difficoltà, le sue due mozioni. Nessun problema per il regolamento del Forum dei giovani, piu’ difficile si è fatta la discussione sul possibile gemellaggio con le città di Murcia e Maratona. Dai banchi dell’opposizione si sono levate perplessità sul riscontro economico della scelta e soprattutto su eventuali previsioni di spesa.

In attesa del bilancio preventivo, vacanze per tutti o quasi… Per il giovane Busico,invece, sono previsti esami di riparazione; non sempre il presidente Mattucci potrà derogare al suo ruolo ed intervenire a sostegno dell’ incerto Assessore incalzato dall’opposizione.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico