San Marcellino

Rifiuti, mancano i sacchetti per la raccolta differenziata

 SAN MARCELLINO. Sono sempre più numerosi i cittadini di San Marcellino che protestano per la mancanza dei sacchetti della spazzatura per la differenziata, i quali, purtroppo, mancano dallo scorso mese di maggio.

Da notizie apprese direttamente dal personale incaricato addetto alla distribuzione dei sacchetti, che ha luogo in un stanza ricavata all’interno della Villa Europa in via ex Alifana, non si sa quando i sacchetti potrebbero tornare ad essere distribuiti.Si tratterebbe, dunque, di un’assenza che potrebbe protrarsi per mesi, durante i quali i cittadini sammarcellinesi devono, per forza, fare ricorso a quelli che si vendono nei supermercati.

Eppure, la Tia, la tariffa di igiene ambientale, che pagano i residenti non è affatto leggera e non si comprende, dunque, perché debbono sborsare altri soldi per un servizio pubblico già onerosamente e profumatamente pagato.

“Secondo quanto appreso da alcuni consiglieri di maggioranza, pare che l’assenza dei sacchetti sia dovuta ad un problema di fabbrica e che siano ancora in fase di stampa – ha fatto sapere Anacleto Colombiano”. E così l’irritazione aumenta tra i residenti che, non vedendosi consegnare le buste, devono provvedere da sé, magari acquistandone altre a proprie spese oppure utilizzando sacchetti non biodegradabili. “E’ evidente che – continua il leader di minoranza – le buste già da qualche tempo non vengono più acquistate e quindi distribuite. Tutto ciò mentre il sindaco e la giunta di San Marcellino non solo colpiscono, ancora una volta e pesantemente i cittadini, con aumenti delle tasse, ma stracciano l’impegno di fornire il servizio in modo completo ed efficiente. Il sindaco dovrebbe prendere coscienza del problema e assumersi le proprie responsabilità – incalza Colombiano – revocando la delega dell’assessore Roberto De Marco, il quale dimostra di sprecare il proprio tempo, le proprie capacità, senza portare alcun miglioramento, evidentemente perché non viene messo nelle condizioni di poter operare come vorrebbe”.

“Sarebbe bene che i governanti attuali renderebbero noti i reali problemi della mancanza dei sacchetti. C’è bisogno di serietà, informazione e incentivazione. C’è, inoltre, urgente bisogno di far chiarezza per aver aumentato la tassazione anche per quello che oggi è un disservizio a danno dei cittadini. – conclude Colombiano – I cittadini di San Marcellino hanno dimostrano concretamente e correttamente l’intenzione di continuare a voler fare la raccolta differenziata, pur essendosi accorti di essere stati buggerati, ma i governanti devono impegnarsi per bene e il futuro del paese”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico