Orta di Atella

Bilancio, Consiglio convocato per il 6 agosto

Angelo BrancaccioORTA DI ATELLA. È stato convocato dal presidente del Consiglio, Massimo Lavino, il consiglio comunale per lunedì 6 agosto, alle ore 8.30 ed, occorrendo, in seconda convocazione per le ore 9 del giorno successivo.

All’ordine del giorno, oltre all’approvazione del verbale della seduta precedente, alla determinazione dell’aliquota Imu e alla rettifica del regolamento di contabilità, una serie di atti di fondamentale importanza per l’ente atellano, fra cui il documento contabile relativo al Bilancio 2012. Proprio sulla rilevanza dello strumento finanziario si sofferma il primo cittadino di Orta di Atella, Angelo Brancaccio.

“La manovra relativa all’esercizio finanziario 2012 – spiega il capo dell’esecutivo – è la perfetta sintesi dei notevoli sforzi e dell’impegno puntuale che Giunta e Maggioranza, unitamente ai vari uffici comunali e al collegio dei revisori dei conti, hanno messo a punto per neutralizzare gli effetti prodotti dalla scure dello Spending Review del Governo Monti”. Il decreto, secondo le fosche previsioni di Brancaccio, oltre ai tagli per gli statali e per le province, acclude sforbiciate agli enti locali, che decurtano dalle casse dell’ente di viale Petrarca oltre 1 milione di euro. “Nonostante i continui tagli del Governo centrale – prosegue Brancaccio – il nostro è un bilancio virtuoso, che ha lasciato inalterati i servizi alla cittadinanza, con l’intento di tutelarne le fasce più deboli, e ha concentrato le forze su Welfare, politiche per investimenti e lavori pubblici (cittadella scolastica, ndr), non ritoccando al rialzo la pressione fiscale”.

Il riferimento inequivocabile del primo cittadino è all’aliquota della tassa sui rifiuti solidi urbani (Tarsu), abbassata del 20 per cento rispetto all’anno precedente, e alla percentuale di imposta dell’Imu, prevista nella media nazionale. “Un dato – dice il sindaco – reso possibile anche grazie al lavoro della task-force che ha censito tutte le proprietà immobiliari esistenti sul territorio cittadino al fine di colpire le evasioni fiscali”. L’ipse dixit del sindaco di Orta di Atella si sposta sulla verifica politico- amministrativa di metà consiliatura. “Immediatamente dopo l’approvazione del bilancio – spiega – come da accordi di maggioranza aprirò una verifica interna fortemente motivata dalla necessità di dare ulteriore slancio all’attività amministrativa che necessariamente dovrà partire dall’azzeramento di tutte la cariche istituzionali e amministrative”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico