Italia

Scuola, concorso per 12mila docenti

 ROMA. Quasi 12mila cattedre da coprire nelle scuole statali di ogni ordine e grado (11.892 cattedre posti vacanti):è il bando di concorsoche il 24 settembre verrà pubblicato.

Altrettanti posti saranno messi a disposizione dal Miur attingendo dalle attuali graduatorie. L’annuncio è arrivato venerdì sera dal ministero per l’Istruzione, Università e Ricerca. “La procedura concorsuale avverrà secondo modalità innovative per favorire l’ingresso nella scuola di insegnanti giovani, capaci e meritevoli. – spiega il Miur -Visto l’elevato numero di potenziali candidati, vi sarà una prova selettiva da svolgersi alla fine di ottobre, su una batteria di test uguale per tutte le classi di concorso. A gennaio sarà svolta la prova scritta (consistente anche in una prova strutturata di verifica delle competenze disciplinari), in modo da avere i tempi per svolgere la prova orale (con l’inserimento di una simulazione di una lezione per verificare l’abilità didattica) e pubblicare le graduatorie in tempo utile per l’immissione in ruolo per l’anno scolastico 2013/2014. A questo primo bando seguirà un secondo entro maggio 2013, disciplinato dalle nuove regole di reclutamento, attualmente in fase di preparazione”.

Il Consiglio dei Ministri, inoltre, ha esaminato e approvato quattro decreti sempre in materia di scuola. Tra questi, uno prevede l’assunzione a tempo indeterminato, già a partire dall’imminente anno scolastico, di 1213 dirigenti scolastici e della trattenuta in servizio di altri 134, oltre all’assunzione di 21.112 unità di personale docente ed educativo; un altro l’assunzione di 60 docenti di I e II fascia per le Accademie e i Conservatori di Musica.

Infine, via libera anche a un piano straordinario di assunzioni per professori universitari associati: per l’anno in corso si prevede l’assegnazione agli atenei della seconda tranche di risorse destinate alla chiamata di professori di II fascia per un importo di 15 milioni di euro relativo al 2012 pari ad una spesa annua a regime di 90 milioni di euro. Tali risorse consentiranno l’assunzione di un numero di professori di II fascia compreso tra 2.500 e 3mila.

Nasce anche il Sistema nazionale di valutazione in materia di istruzione e formazione. Il ministero dell’Istruzione ha proposto un Decreto che riguarda l’istituzione e la disciplina del Sistema nazionale di valutazione in materia di istruzione e formazione delle istituzioni scolastiche e formative, comprese le scuole paritarie, definendone finalità, struttura e modalità di funzionamento, in linea con le migliori prassi internazionali.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico